Università, Ingegneria a L’Aquila tra le migliori del Sud Italia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1329

LA RICERCA. L’AQUILA. La Facoltà di Ingegneria si impone a livello nazionale per la qualità della ricerca e della didattica. E’ la prima Facoltà del sud e precede quelle di antiche tradizioni come la Sapienza o il Politecnico di Bari.
E' quanto emerge dai risultati di un monitoraggio condotto dal Censis, che ha riguardato circa 500 Facoltà universitarie italiane e di queste 38 di Ingegneria.

Per le future matricole e le loro famiglie la classifica Censis degli atenei e delle Facoltà universitarie è un'utile guida che aiuta ad orientarsi tra le varie possibilità che l'università post riforma può offrire ed è anche un'opportunità per confrontare le performance di realtà similari.
La classifica è stata fatta basandosi sulla valutazione di 4 indicatori: Produttività (maggior tasso di passaggio tra il primo e il secondo anno, iscritti in corso, laureati entro il triennio; ecc); Didattica (Facoltà con il più alto numero di docenti di ruolo per studenti, età media dei docenti, ecc); Ricerca (unità di ricerca finanziate dai PRIN 2004-2006, progetti europei); Rapporti internazionali (Erasmus, docenti stranieri, ecc).
La Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi dell'Aquila, in questa classifica si posiziona al 21° posto su 38, conquistando dieci posizioni rispetto allo scorso anno, tornando così ai livelli degli anni '90.
Ottimo il punteggio complessivo e principalmente quello riguardante la didattica e la produttività.
Nord e Sud del nostro Paese continuano ad essere due quadranti tra loro distanti, ma nonostante questo, i nostri laureati trovano facilmente occupazione nel mondo del lavoro, non solo in Italia, ma anche all'estero.
La Facoltà di Ingegneria dell'Aquila dopo circa 10 anni dalla riforma del 3+2 è di nuovo in una fase di dinamismo, attraverso una riqualificazione della formazione di base e l'introduzione graduale della nuova progettazione dell'offerta formativa, con l'obiettivo principale di innalzare ulteriormente gli standard di qualità, nella consapevolezza che le lauree ingegneristiche sono tra le più richieste nel mercato, come confermato dalle rilevazioni delle condizioni occupazionali a livello nazionale.


30/06/2008 10.26