Soggiorni termali per anziani, il 1° luglio parte il bando

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

969

L’AQUILA. Anche quest’anno c’è la possibilità per gli anziani con patologie croniche dell’apparato muscolo-scheletrico e respiratorio di usufruire di percorsi termali.

La Provincia, assessorato alle Politiche Sociali, ha difeso il capitolo di finanziamento ed ha aumentato i fondi a disposizione di 5.000 euro. L'anno scorso hanno partecipato in 351.
Sono 175.000€ le risorse impegnate quest'anno e 50 in più i posti messi a disposizione.
I soggiorni climatici si svolgono nel periodo di settembre-ottobre.
Sono state riconfermate le località di Chianciano Terme e Riccione e le stesse strutture alberghiere che offrono buone garanzie per qualità e per la possibilità di effettuare cure differenziate a seconda dell'esigenza terapeutica di ciascun partecipante.
In base al Regolamento, approvato dall'amministrazione, possono partecipare al programma dei soggiorni termali tutti gli anziani autosufficienti, con un'età non inferiore a 60 anni per le donne, 65 per gli uomini, che necessitano di cure termali certificate dal competente Servizio Sanitario e che non abbiano fruito di analoghe iniziative proposte da altri enti.
La Provincia coprirà una parte delle spese, a cui contribuiranno anche i comuni e le comunità montane, che aderiranno all'iniziativa.
Gli interessati devono presentare regolare domanda all'amministrazione provinciale, che stilerà una graduatoria, in virtù delle condizioni economiche, certificate sui modelli ISEE e dalle condizioni familiari dei richiedenti.
I soggetti che non hanno diritto alla gratuità, parteciperanno alle spese proporzionalmente al proprio reddito. Partecipano gratuitamente inoltre gli ospiti della casa di riposo per gli anziani del lavoro (CRAL) ed i portatori di handicap a carico del nucleo familiare partecipante al soggiorno.
Qualora le domande di ammissione risultassero superiori ai posti disponibili, la Provincia, per i richiedenti disponibili a pagare il soggiorno alberghiero, è disponibile a sostenere economicamente il servizio assicurativo e di trasporto di ulteriori 50 posti per ogni località termale.
Il soggiorno prevede: cure prescritte, servizio alberghiero e di ristoro, pacchetto animazione (gite, escursioni, momenti ricreativi e svago), fruizione dei servizi balneari, abbonamento e circolazione gratuita sui mezzi pubblici, copertura assicurativa.
Le domande di partecipazione possono essere redatte direttamente o tramite i comuni e le comunità montane di appartenenza e che aderiscono al progetto. Per le domande sono disponibili appositi moduli, reperibili sul sito www.provinica.laquila.it. Queste dovranno pervenire a partire dal 1 luglio 2008, entro e non oltre il 31dello stesso mese, all'Amministrazione Provinciale, sede via S. Agostino 7, 67100 L'Aquila, oppure alle sedi decentrate di Avezzano, via XX Settembre 60 o di Sulmona, via Mazara 42. Per le domande spedite a mezzo posta farà fede il timbro di spedizione. Per informazioni ci si può rivolgere al settore Politiche del Lavoro e Affari Sociali tel. 0862.299352.
30/06/2008 8.34