La ricerca, il vino aumenta il piacere sessuale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1465

LANCIANO. «Il vino rosso se bevuto nelle giuste dosi, 3 bicchieri al giorno, aumenta il piacere sessuale favorendo l’erezione e ritardando lievemente il riflesso eiaculatorio» questi i risultati presentati nel convegno Vino & Salute di Lanciano, dal prof. Andrea Ledda dell’Università dell’Aquila.


LANCIANO. «Il vino rosso se bevuto nelle giuste dosi, 3 bicchieri al giorno, aumenta il piacere sessuale favorendo l'erezione e ritardando lievemente il riflesso eiaculatorio» questi i risultati presentati nel convegno Vino & Salute di Lanciano, dal prof. Andrea Ledda dell'Università dell'Aquila. La ricerca ha inoltre evidenziato come l'assunzione in dosi moderate di vino rosso combatta l'andropausa e prevenga l'arteriosclerosi.
Non solo ma nell'intervento della prof.ssa Teresa Mazzei, presidente della Società Internazionale di Chemioterapia, è stato sottolineato «come il vino bevuto con moderazione possa incidere nella prevenzione di alcune forme tumorali, come quella della mammella, della prostata e dei polmoni. Nonostante lo studio abbia ad oggi prodotto risultati certi solo nella sperimentazione con gli animali gli indicatori sono tali da far pensare ad un applicazione simile anche negli uomini».
L'evento organizzato da Città del Vino d'Abruzzo in collaborazione con il comune di Lanciano ha permesso di analizzare alcuni aspetti importanti legati alla salute e soprattutto alle corrette abitudini alimentari, quali fattori di prevenzione e cura.
E' stata infatti illustrata anche l'applicazione della nutrigenomica, scienza che studia come il cibo sia in grado di intervenire sul DNA per attivare quei geni che impediscono l'insorgere nell'organismo di alcune patologie, rilevando come una cucina semplice e genuina che ritorni al passato nella preparazione e nella coltivazione dei prodotti sia un fattore positivo di prevenzione.
«Un grande successo per la nostra regione e per il coordinamento regionale – rileva il vice presidente nazionale Fabrizio Montepara- essere riusciti a portare fuori da Montalcino il convegno dell'Associazione Vino & Salute, nata nel 2005 per volere del compianto sindaco della città del Brunello, Massimo Ferretti, con l'obiettivo di rappresentare un punto di riferimento di alto profilo per la ricerca sugli effetti benefici di un consumo moderato e consapevole di vino».
30/06/2008 8.29