Impianti di smaltimento, venerdì la proposta sui siti teramani

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

915

TERAMO . Venerdì prossimo, 4 luglio, la Cabina di regia porterà all’attenzione della Conferenza dei sindaci, convocata alle ore 11 nella sede dell’ente, «una proposta d’intervento riguardante i siti per gli impianti di smaltimento in provincia di Teramo».


Lo ha annunciato il Presidente, Ernino D'Agostino, nel corso della presentazione del rapporto annuale sui rifiuti, sottolineando che in quell'occasione interverrà anche il neo assessore regionale all'Ambiente Marco Verticelli. «In quella sede definiremo puntualmente quelli che sono gli obiettivi da raggiungere».
Il rapporto – alla presentazione del quale sono intervenuti tra gli altri l'assessore all'Ambiente Antonio Assogna e il dirigente del servizio Gestione rifiuti della Regione, Franco Gerardini – è giunto alla 7a edizione e fornisce un prezioso quadro informativo agli operatori del settore ma anche ai cittadini. L'anno 2007, peraltro, ha visto la Provincia di Teramo particolarmente impegnata nella ricerca di scelte condivise al fine di trovare possibili soluzioni al sistema impiantistico fortemente compromesso.
In seguito all'approvazione dello studio realizzato dai tecnici dell'ente, l'amministrazione provinciale, ha avviato il percorso per la costituzione dell'Autorità d'Ambito.
La “Cabina di Regia” ha già presentato una proposta di accordo per lo smaltimento e la raccolta differenziata. Ancora oggi, però, la maggior parte dei Comuni della provincia di Teramo continua a conferire i propri rifiuti fuori ATO. Nonostante le problematiche del territorio provinciale, nel complesso, gli enti locali stanno rispondendo positivamente all'appello lanciato lo scorso anno da questa Amministrazione per un maggior impegno rispetto alle politiche di gestione integrata dei rifiuti.
Infatti nell'anno 2007 c'è stata una forte crescita della raccolta differenziata con una percentuale che ha sfiorato il 30%.
Attraverso l'attività di raccolta, analisi ed elaborazione dati da parte dell'OPR – Osservatorio Provinciale Rifiuti, con la collaborazione di Comuni, Consorzi Comprensoriali, Comunità Montane, ecc. è stato possibile realizzare il documento dove vengono analizzati e validati i dati relativi alla produzione e raccolta differenziata dei rifiuti urbani nel territorio provinciale.

Il rapporto 2007, come accennato, evidenzia il trend di raccolta differenziata in aumento rispetto all'anno passato (8%) sfiorando il 30% e rilevando che ben 10 Comuni hanno superato il 40% di RD (+ 4 rispetto al 2006).
In particolare è il Comprensorio della Val Vibrata a registrare il risultato più importante, con i Comuni di: Colonnella (56,42%), Martinsicuro (45,66%), Nereto (42,77%), S. Egidio alla Vibrata (68,84%), S.Omero (66,15%), Torano Nuovo (65,52%) e Tortoreto (42,70%), ma non si possono dimenticare il Comune di Pineto che oltre a riconfermare il trend positivo ha visto triplicare la percentuale di RD negli ultimi due anni passando dal 15,30% (2005) al 50,98% (2007), il Comune di Silvi che è passato dal 17,98% (2006) al 42,58% (2007) ed ancora il Comune di Castel Castagna con il 57,41% (ca. +15 punti percentuale rispetto al 2006). Buona anche la performance del Comune di Teramo che balza al 23% e che in questi primi mesi del 2008 è salita al 29%.
27/06/2008 15.24