Giulianova. Ex-Saig: ecco la discarica mai bonificata

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1538

Giulianova. Ex-Saig: ecco la discarica mai bonificata
GIULIANOVA. Il giorno 23 giugno 2008 l'assessore all'ambiente di Giulianova ha asserito di essere intervenuto per bonificare dall'amianto la zona ex-Saig.
Con toni entusiasti si annunciava la risoluzione di un annoso problema piùvolte denunciato dai residenti che l'hanno definita una vera e propria “bomba ecologica”.
Vincenzo Santuomo, organizzatore del Beppe Grillo Meetup, quando ha sentito queste frasi è saltato sulla sedia.
«E' tutto falso»,
assicura.
«Di amianto ce n'è almeno il doppio di qualche tempo fa, così come di rifiuti di ogni tipo».
Il Meetup è andato sul luogo del "crimine" e gli iscritti hanno scattato diverse foto: «c'è una montagna di rifiuti», racconta Santuomo, «tanto da non poter più riuscire a transitare nemmeno a piedi, e tantissimo amianto».
Un cumulo cresciuto con il tempo dove stazionano pneumatici d'auto, mobili,
mattoni, anche una vecchia cuccia per cani.
Tra i tanti rifiuti è stata trovata anche una lapide cimiteriale con tanto di nome del defunto ben visibile e qualche lumino cimiteriale… cosa piuttosto anomala.
Il 15 aprile l'associazione ha segnalato la cosa in Comune ma niente è cambiato. «Noi ci rivolgeremo alle autorità competenti. Speriamo che le forze dell'ordine intervengano al più presto per indagare», ha chiuso Santuomo.

24/06/2008 9.08