Traffico internazionale di droga, arresti anche a Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

943

TERAMO. 14 arresti ieri tra Teramo, Caserta, Napoli, Latina, Frosinone, Nuoro e Vicenza per una vasta operazione antidroga.


L'operazione condotta dalla Dda di Napoli ha consentito di individuare le 'rotte' del traffico di droga: importata dal Ghana, trasportata da corrieri africani attraverso l'Olanda o la Francia, era poi smistata a pusher provenienti da tutta Italia.
Tutto iniziava proprio dal Ghana: è da lì che partiva la cocaina e l'eroina e che, nascosta nella cavità anale o nell'apparato digerente, arrivava poi in Italia, nel Casertano: lì dove lo spaccio era gestito da una vera e propria organizzazione decimata, oggi, da 14 decreti di fermo.
Le indagini sono iniziate nel luglio del 2007 e hanno consentito di identificare circa trenta persone (17 africani, 2 ragazze dell'Europa dell'est e 11 italiani), che utilizzando come base logistica la zona di Castelvolturno (Caserta) provvedevano alla distribuzione della droga anche in altre province d'Italia, soprattutto Latina, Frosinone e Teramo, attraverso una ramificata organizzazione.
I provvedimenti di fermo sono stati eseguiti nei confronti di 14 persone mentre per gli altri 15 indagati, già detenuti per detenzione finalizzata allo spaccio in seguito ad arresti eseguiti nel corso dell'indagine, sarà richiesta l'emissione di ordinanza di custodia cautelare.
L'operazione è partita grazie alla denuncia del fratello di un giovane tossicodipendente che, disperato per le condizioni del familiare, si è rivolto ai carabinieri della stazione di Grazzanise (Caserta), fornendo nomi degli spacciatori e luoghi in cui avvenivano le cessioni.

3 ARRESTI NEL TERAMANO

Gli arresti nel teramano sono scattati per Ben Hamouda Lassad, 32 anni, tunisino, Veronika Micanyiova, 36 anni, slovacca, e Sanela Fetak, 37 anni, bosniaca.
Tutti e tre gli arrestati sono residenti a Martinsicuro (Teramo) e sono noti alle forze di polizia.

18/06/2008 8.19