Bambini soli in auto: due tragedie sfiorate ieri in Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1838

GUARDIAGRELE. Un bambino gioca con l’accendino in macchina. Si sviluppa un incendio che coinvolge altre due autovetture e danneggia la facciata di un fabbricato vicino. Per fortuna solo tanto spavento ma nessun ferito. LASCIA LA FIGLIA IN AUTO IN PIENO SOLE, SALVATA DAGLI AGENTI DI POLIZIA
E' successo tutto verso le 10.30 di stamani, in Via Cappuccini di Guardiagrele, in un'area di parcheggio si è sviluppato un incendio all'interno di una Toyota. In pochi secondi le fiamme si sono propagate anche ad altre due autovetture parcheggiate vicine.
Un rogo improvviso, con fiamme molto alte e fumo denso nero che ha provocato una alta colonna di fumo visibile da molto lontano.
I Vigili del Fuoco di Chieti sono intervenuti dopo circa trenta minuti per domare le fiamme che, nel frattempo avevano completamente distrutto la Toyota, la Fiat Panda di una 41enne di Pennapiedimente e gravemente danneggiato la Ford Fiesta di un 59enne di Castelfrentano.
Tra i danni si contano anche quelli relativi alla facciata del fabbricato adiacente del quale sono stati lesionati gli infissi e le parti esterne di alcuni climatizzatori.
I carabinieri di Guardiagrele, immediatamente accorsi, dopo aver sentito i testimoni ed aver esaminato la scena con i Vigili del Fuoco, hanno ricostruito l'accaduto e sembrerebbe che l'incendio sia stato causato accidentalmente dal figlioletto del proprietario della prima auto, la Toyota, Salvatore De Grandis, 48 anni di Guardiagrele. Secondo diversi testimoni il piccolo mentre si trovava in auto, in attesa del padre che era momentaneamente sceso per una commissione, avrebbe iniziato a manipolare un accendino dando inavvertitamente fuoco alla tappezzeria del sedile posteriore.
Appena viste le fiamme il bambino ed il fratellino di tre anni che era con lui, si sono catapultati fuori dal veicolo e si sono allontanati mettendosi in salvo. Si è evitata così la tragedia.
La vicenda sarà riferita alla Procura della Repubblica per le valutazioni del caso.
09/06/2008 19.13
[pagebreak]

LASCIA LA FIGLIA IN AUTO IN PIENO SOLE, SALVATA DAGLI AGENTI DI POLIZIA

TERAMO. Ha lasciato incustodita una bimba all'interno dell'autovettura. Anche a Teramo è stato registrato ieri mattina un increscioso episodio che avrebbe potuto avere tragiche conseguenze per la bimba lasciata all'interno di un'autovettura parcheggiata all'inizio di Viale Bovio, mentre la madre era per uffici in città.
Il tutto si è risolto nel migliore dei modi grazie alla sensibilità di una giovane donna, che ha notato quanto stava accadendo, e del pronto e delicato intervento degli agenti di Polizia.
Nella tarda mattinata di ieri, infatti, è stata segnalata al 113 la presenza di una bimba da sola dentro un'autovettura in sosta. Fuori c'era un altro bambino di 7 anni che girava intorno alla vettura preoccupato e che ha attirato l'attenzione della donna che ha poi chiamato lo polizia.
Arrivati sul posto, gli agenti hanno trovato effettivamente la bimba chiusa in macchina, in pieno sole, in crisi di pianto, mentre il fratello cercava disperatamente di riuscire ad avvistare la madre che si era allontanata.
Per tranquillizzare la bimbetta, gli agenti hanno aperto l'autovettura, le hanno dato un po' d'acqua con un cucchiaino e le hanno rimesso il ciuccio che era all'interno dell'auto, l'hanno coccolata e portata alla calma.
Il fratellino più grande ha raccontato che la mamma si era allontanata da venti minuti per alcune pratiche burocratiche in alcuni uffici di Teramo.
Venti minuti dopo la signora è tornata ed è stata portata in questura. La donna, di nazionalità romena, è stata deferita all'Autorità Giudiziaria per abbandono di minori.
10/06/2008 9.29