Nel 2007 in provincia di Teramo diminuiti i reati

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

637

Nel 2007 in provincia di Teramo diminuiti i reati
TERAMO. Secondo i dati del Dossier sulla criminalità', pubblicato da "il Sole 24 Ore" nei giorni scorsi, per l'anno 2007 solo in poche province italiane è stata rilevata una diminuzione del numero dei reati. Tra queste, la provincia di Teramo, con una percentuale pari a -0,04 (12.862 reati rispetto ai 13.027 del 2006).
Un trend positivo che, non solo si conferma per il 2008, ma si è rafforzato in modo significativo fino a raggiungere il -25,5% circa nei primi 5 mesi dell'anno: sono, infatti 3.841 i reati perpetrati in provincia nel periodo gennaio/maggio, rispetto ai 5.154 dell'analogo periodo dello scorso anno.
Tra gli altri, sono diminuiti anche i furti (1.893 rispetto a 2.439), le truffe (110 rispetto a 224) ed i reati connessi alla prostituzione (7 rispetto 12).
Il dato è emerso nel corso della seduta del Coordinamento Tecnico delle Forze di Polizia, che il prefetto Francesco Camerino ha riunito per esaminare, tra gli altri argomenti all'ordine del giorno, le innovazioni introdotte dal decreto legge 23 maggio 2008 n. 92 (noto come "pacchetto della sicurezza") e per verificare i dispositivi di sicurezza e le sinergie già in atto per contrastare i reati che, più di altri, destano allarme sociale (rapine, furti, spaccio di sostanze stupefacenti, sfruttamento della prostituzione, ecc.), nelle more dell'attuazione del nuovo Piano di Potenziamento dei Servizi di Vigilanza estiva, non appena sarà autorizzato dal Ministero dell'Interno.
Si è preso, quindi, atto che ad influire favorevolmente sull'andamento dello stato dello sicurezza in provincia è l'efficacia dei servizi di prevenzione e di controllo, nel cui ambito sono da ricondursi gli esiti delle brillanti operazioni condotte in tema di repressione dei reati connessi agli stupefacenti e di commercio abusivo e vendita di merce contraffatta lungo il litorale teramano, ampiamente apprezzate dai Sindaci interessati, dalle organizzazioni di categoria e dai cittadini.
«E' un risultato importante quello che emerge dai dati esaminati», ha commentato il prefetto rivolgendo parole di compiacimento ai Responsabili delle Forze di Polizia intervenute, «che premia l'impegno profuso da ciascuna Forza di Polizia, cui rivolgo i più sinceri sentimenti di apprezzamento e di gratitudine anche a nome della collettività tutta, e che deve far da stimolo per perseguire analoghi futuri obiettivi, mantenendo sempre altissima la soglia di attenzione nella lotta contro la criminalità in provincia, a tutela della legalità e della sicurezza dei cittadini».

IL CONFRONTO, I DATI DEI CARABINIERI

Nel periodo compreso tra il 1° giugno del 2007 al 31 maggio 2008 sono state denunciate 3.417 persone (+5,6% rispetto all'anno precedente). Arresti: 769 (+15,1%). Aumentati del 314% gli arresti dei minori. Le rapine consumate sono state 129 (+57%), 76 quelle scoperte (+130%) e 40 gli arrestati (+66,6%).
I furti sono stati 4.338 (-7,8%), appena 266 quelli scoperti. 133 gli arresti (+31,6%) e 211 denunciati in stato di libertà (+14%).
Le truffe messe in atto sono state 456 (+9%) gli arresti 3 (+200%), i casi di estorsione 28 (+27,2%).
In diminuzione i casi di violenza sessuale : 12 (-7,6%) e 11 arrestati (+266%).
294 i reati consumati nel mondo della droga (+57,2%) e 160 le persone arrestate (+25%).
323 gli immigrati clandestini scoperti (-14,7%) e 230 gli arresti.
E poi ancora per le attività di contrasto del lavoro nero sono stati 111 gli opifici ispezionati, 141 gli arrestati per violazione legge "Bossi-Fini", 887 i lavoratori intervistati, 31 i segnalati in stato di libertà per violazione delle norme in materia di sicurezza, tutela e prevenzione sui luoghi di lavoro, 21 le sanzioni amministrative comminate per violazione delle norme in materia di sicurezza, tutela e prevenzione sui luoghi di lavoro pari ad oltre € 177.145,00. I recupero contributivi ammontano ad oltre € 924.000,00, le maxisanzioni comminate ex art. 36 legge 248/2006 (contrasto al lavoro nero) per un importo di oltre € 273.100,00.


09/06/2008 9.59