«L'incuria e il degrado regnano nel territorio di Manoppello»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

968

«L'incuria e il degrado regnano nel territorio di Manoppello»
MANOPPELLO. «Il decoro della nostra città è diventato un optional: luoghi pubblici frequentati da ragazzi e bambini in condizione di pericolo continuo, quadri elettrici aperti tra la scuola elementare allo scalo e il campetto di calcetto lo spettacolo a cui si assiste visitando questi luoghi non è per nulla dignitoso, anzi è vergognoso».

La situazione generale la descrive il consigliere di "Manoppello città unita", Fabio Argirò, che chiede al Comune di fare
«urgentemente» qualcosa per migliorare le cose.
«Intorno alle scuole elementari allo scalo», racconta il consigliere, «vediamo arbusti più alti degli stessi alunni. Meglio non va a Ripacorbaria dove è presente un altro campo di calcetto che è diventato come la foresta amazzonica anch'esso a ridosso della scuola materna, anch'esso con un quadro elettrico aperto e in stato di non sicurezza».
Percorrendo le vie di Manoppello anche in una «bella fontana con acqua non potabile (come indicato) con due pali dell'illuminazione nuovi di zecca (opera imponente dell'amministrazione Matarazzo), che illuminano una specie di "foresta" come fosse una nuova opera d'arte, lo stesso vale per la fontana allo scalo dove la pulizia non avviene da tantissimo tempo».

«UN CANTIERE PER TUTTI»



«Ricordo ancora», continua Argirò, «quando con l'amministrazione di cui facevo parte abbiamo dato il via all'esecuzione per la realizzazione del Parco Arabona. Oggi dopo più di due anni non sono ancora riusciti a chiudere l'opera che era finanziata per intero appaltata, e con i lavori in esecuzione».
Oggi il Parco oltre a non essere stato ancora riconsegnato alla comunità, «è un cantiere che versa in uno stato di pericolo con transenne divelte. Mi sento veramente amareggiato», chiude il consigliere, «ricordo che la lista civica del sindaco si chiamava "Manoppello che vogliamo", e non credo che stia andando proprio così».

03/06/2008 10.45