Vertenza Rolli, raggiunto l’accordo tra le parti su orario e retribuzione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1098

TERAMO. Previste anche nuove assunzioni e l’avvio delle trattative per il rinnovo dell’integrativo. L’accordo dovrà essere ratificato dall’assemblea dei lavoratori
È stato raggiunto ieri, dopo una giornata di trattative, l'accordo tra l'azienda agroalimentare Rolli e i sindacati in ordine ad alcuni problemi sorti a causa delle modifiche all'orario di lavoro.
La Rolli, che ha sede a Roseto, ha circa 160 dipendenti assunti a tempo indeterminato ed utilizza 800 unità per le attività di carattere stagionale.
Il presidente D'Agostino e il Servizio relazioni industriali dell'ente hanno avanzato una proposta di mediazione che è stata accettata dalle parti e che ora attende di essere ratificata dall'assemblea dei lavoratori. Qualora ciò non dovesse avvenire, l'accordo perderebbe efficacia.
Per il personale assunto a tempo indeterminato la proposta ruota sull'introduzione di un nuovo orario di lavoro distribuito su cinque giorni settimanali (con un giorno di riposo la domenica ed un ulteriore giorno, da lunedì a sabato, a scorrimento) e sull'erogazione di un buono pasto di 5,29 euro giornalieri e di buoni pasto extra per altre quattro settimane. Inoltre l'indennità di presenza giornaliera, prevista dal contratto integrativo, dovrebbe aumentare da 2,32 euro a 3,50 euro.
Per ciò che riguarda gli stagionali, è previsto invece un aumento del premio di produzione dagli attuali 123,93 euro a 225 euro su base annua.
L'accordo prevede anche che l'azienda aumenti il personale fisso di 10-15 unità entro 18 mesi e il personale stagionale di 45-60 unità.
Le parti hanno infine concordato che le trattative per il rinnovo del contratto integrativo, in scadenza alla fine del 2008, inizino già nel prossimo mese di luglio al fine di poter erogare ulteriori emolumenti ai lavoratori.
«Ci auguriamo – dichiara il presidente, Ernino D'Agostino – che la proposta da noi avanzata e approvata da azienda e sindacati trovi il consenso dei lavoratori anche in sede assembleare. La proposta, peraltro, prevede anche nuove assunzioni e questo non può che farci sperare per il meglio data l'importanza che un'azienda con 40 anni di attività nel nostro territorio assume per l'intera comunità provinciale».
All'incontro, coordinato dal Servizio relazioni industriali dell'ente con il responsabile, Paolo Rota, e Pierluigi Babbicola, l'azienda era rappresentata da Piero Ghiretti in qualità di consigliere delegato, Paolo Medici, direttore dello stabilimento di Roseto ed Enzo Lucidi, responsabile del personale, assistiti da Luciano De Remigis, vice direttore di Confindustria Teramo. Era inoltre presente la RSU aziendale, assistita da Paola Misuri e Franco Pescara, rispettivamente segretario provinciale di FLAI-CGIL e segretario regionale di FAI-CISL.
23/05/2008 17.22