Curvet, l'azienda propende per la chiusura del sito di San Salvo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1554

VASTO. Si è svolto lo scorso 2 maggio presso la delegazione della Confindustria di Vasto un nuovo incontro tra la Società Curvet Spa e la organizzazione sindacale Femca-Cisl provinciale unitamente alla RSU aziendale. L'incontro si è risolto con un nulla di fatto, l'azienda ha ribadito le motivazioni che l'hanno portata alla drastica decisione del disimpegno del Gruppo su San Salvo.

Quindi nel quadro della messa in liquidazione della Società Curvet Spa, e nel piano di messa a punto prevista dai vertici della società aziendale, si prevede la riorganizzazione e la continuazione produttiva di siti ubicati in altre zone d'Italia. Per quanto riguarda lo stabilimento abruzzese si parla del disimpegno totale della produzione con la drastica decisione della chiusura del sito produttivo ed il licenziamento di tutto il personale.
Il giudizio del sindacato dei lavoratori è di «forte preoccupazione» e ha ribadito «un forte no alla chiusura totale dell'attività produttiva di San Salvo».
Inoltre i lavoratori sollecitano l'azienda a rivedere il piano da loro elaborato, «prevedendo una loro continuità produttiva anche in Abruzzo, passando su una fase di ristrutturazione».
Una alternativa potrebbe essere quella di «impegnarsi a trovare imprenditori o favorire soluzioni interne che possano continuare a mantenere aperto il sito produttivo di San Salvo e continuare a dare risposte occupazionali al territorio», spiega il sindacato .
Al termine dell'incontro si è tenuto presso lo stabilimento di San Salvo, un assemblea con tutti i lavoratori. «Il dibattito scaturito è stato molto acceso con momenti di forte tensione e preoccupazione», hanno detto i rappresentanti.
Alla fine dell'assemblea il sindacato unitamente ai lavoratori hanno deciso che nel prossimo incontro che si terrà presso la sede istituzionale della Provincia ci sarà una forte rappresentanza di tutte le maestranze.

05/05/2008 9.38