Multe morali: i vigili istruiscono gli studenti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1594

TERAMO. I Vigili Urbani tengono le lezioni; quindi le verifiche "sulla strada" da parte dei ragazzi e, in conclusione, la festa in Piazza Martiri. Coinvolto anche l'Ufficio Scolastico Provinciale.

Dopo la felice esperienza dell'anno passato, viene riproposta anche per l'anno scolastico in corso l'iniziativa cui è stato dato il nome di "multe morali".
Si tratta di un corso di educazione stradale presso le scuole, tenuto dal corpo dei Vigili Urbani e finalizzato a divulgare tra i giovanissimi le buone regole della convivenza civile e del rispetto del prossimo e degli spazi urbani.
Il progetto si articola in tre distinti momenti. La prima fase è quella dell'apprendimento teorico, con lezioni che i Vigili Urbani tengono nelle classi; la seconda è quella dell'applicazione concreta di quanto appreso, attraverso "pattugliamenti" stradali da parte dei ragazzini; la terza è quella conclusiva, con una festa in Piazza Martiri.
In questo periodo, e presumibilmente fino alla metà del mese di maggio, sono in corso le lezioni teoriche. Quest'anno sono coinvolti i ragazzi che frequentano le Prime Medie di tutte le scuole del territorio: Convitto, D'Alessandro, San Nicolò, Savini, Villa Vomano e Zippilli. Le lezioni sono tenute dai Vigili che illustrano ai ragazzini i contenuti di un opuscolo appositamente dato alle stampe e nel quale sono riportati argomenti concernenti la circolazione stradale, il comportamento da tenere sulla strada, la sicurezza.
La seconda fase prevede appunto la verifica "sulla strada" degli insegnamenti. I ragazzi saranno abilitati ad utilizzare la "multa morale" che verrà lasciata con apposito tagliando sui mezzi che trasgrediscono le regole del codice e che verrà pertanto utilizzata per richiamare tutti gli adulti che avranno un comportamento scorretto. I ragazzini non dovranno usare la multa per rilevare qualsiasi infrazione ma solo quando un comportamento crea difficoltà alla libertà e all'autonomia dei cittadini: auto sui marciapiedi o sulle strisce pedonali, rifiuti non gettati nei cassonetti, mancata pulizia delle deiezioni dei cani, ecc.
L'atto conclusivo, quello che vedrà tutti coinvolti in Piazza Martiri, servirà non solo alla ricognizione dei dati ma soprattutto a celebrare una vera e propria festa.
L'ideazione del progetto è dei Vigili Lucia Ruggieri (Maresciallo), Vincenzo Calvarese, Vincenzo De Santis e Nicola Di Rocco, mentre i corsi sono tenuti dal Tenente Lino Angeletti e dagli Agenti: Luigi Di Gregorio, Dina Marta Di Pasquale, Silvano Di Salvo, Giuseppe Marinozzi, Francesco Russo, Franco Zaina, Gabriella Lucci, Valerio Pirocchi, Anna Capponi. L'intera attività del Corpo è guidata e coordinata dal Comandante, Ten. Adalberto Di Giustino.
Parte attiva dell'iniziativa, ovviamente, è svolta anche dall'Ufficio Scolastico Provinciale e dai Presidi scolastici, che vi aderiscono con convinzione, coinvolgimento e grande disponibilità. Anche la sezione teramana dell'Unicef ha dato il suo sostegno.
03/05/2008 8.03