''Alcol, più sai meno rischi'', ad aprile

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

617

CHIETI. «Alcol, più sai meno rischi»: è il motto, efficace e collaudato, della campagna di prevenzione alcologica cui l'Azienda sanitaria locale di Chieti sta dedicando una serie di iniziative di informazione e sensibilizzazione durante il mese di aprile.

I dati – spiegano al Servizio Alcologia della Asl di Chieti, di cui è responsabile la dottoressa Camilla Di Peppe – evidenziano un forte aumento dei consumi tra i giovanissimi, in particolare ragazzine, soprattutto per la birra e gli aperitivi , una diminuzione dell'età in cui si comincia a bere, l'aumento del numero di quanti dichiarano di ubriacarsi, anche ripetutamente, nonostante sia ampiamente diffusa la consapevolezza che si tratta di un comportamento a rischio.
Le iniziative della Asl sono rivolte soprattutto ai più giovani e invitano a riflettere sugli evidenti legami tra consumo smodato di alcol e violenza, comportamenti sessuali a rischio, incidenti stradali, infortuni sul lavoro e danni fisici permanenti.
Fino alla fine del mese – ogni mercoledì dalle ore 9 alle 11 presso il punto di erogazione di Miglianico e il giovedì dalle ore 15 alle 17 presso il Distretto sanitario di base di Francavilla al Mare – è aperto uno sportello informativo, dove una psicologa risponderà a tutte le richieste di informazione sull'alcol e i problemi connessi.
Alle persone che si rivolgono alla Commissione medica patenti di guida – per la verifica dell'idoneità psicofisica dopo essere state sanzionate per guida in stato di ebbrezza – per tutto il mese di aprile viene consegnato l'opuscolo «Alcol, più sai meno rischi».
Dopo due incontri con gli studenti dell'Istituto tecnico industriale di Chieti sul tema «Alcol e guida», con la proiezione di audiovisivi e la distribuzione di materiale informativo, lunedì prossimo, 21 aprile, la Asl ha organizzato un dibattito presso la Scuola media De Lollis di Chieti, sul tema «Alcol, sai cosa bevi?».
Sempre lunedì prossimo, 21 aprile, comincerà il corso di formazione «Alcol e guida. Riflessioni in corso», rivolto agli istruttori e insegnanti di autoscuole: si tratta di operatori a contatto con i giovani che possono, dunque, svolgere un ruolo importante come «moltiplicatori dell'azione preventiva» su alcol e sostanze psicoattive, contribuendo a migliorare la sicurezza nella guida.
In alcune scuole elementari e medie inferiori del Foro-Alento è in corso una mostra itinerante di cartelloni dedicati ai problemi posti dall'alcol, in occasione della quale gli alunni possono rivolgere domande agli operatori del Servizio di Alcologia.
Il 22 maggio si terrà la «Festa analcolica» con i ragazzi che frequentano i centri di aggregazione giovanile «Arca di Noè» di Francavilla a Mare e i loro genitori, a conclusione di un progetto di formazione sull'alcol.
Prosegue anche un un progetto di prevenzione avviato a gennaio presso la Caserma Berardi di Chieti, grazie alla sensibilità del Comandante del 123° Reggimento «Chieti», il colonnello Vito Margiotta. Il progetto ha previsto un corso di formazione sull'alcol rivolto agli istruttori militari e al personale militare in genere, con singoli incontri ogni tre mesi con le reclute sui rischi per la guida.

18/04/2008 15.06