Discarica abusiva a Sant’Egidio scoperta dal cielo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

871



SANT'EGIDIO ALLA VIBRATA. La zona era ben mimetizzata e difficilmente raggiungibile ma non avevano fatto i conti con gli elicotteri della finanza.
Dopo alcune segnalazioni le indagini,coordinate dal Colonnello Paolo Ventura, Comandante del Reparto Operativo Aeronavale di Pescara, hanno permesso di individuare un'area del Comune di Sant'Egidio alla Vibrata, all'interno della quale erano presenti grossi quantitativi di rifiuti, anche di natura pericolosa, in parte stoccati direttamente sul terreno senza alcuna forma di protezione per l'ambiente, altri all'interno di vari containers.
Durante le fasi di controllo gli uomini della Sezione Aerea di Pescara, con la collaborazione della Tenenza di Nereto, hanno sottoposto a sequestro un'area di 2500 metri quadri, 3 automezzi, 2 autoveicoli, 10 containers e circa 800 metri cubi di rifiuti speciali. Il responsabile dell'area è stato denunciato.
Tutta la documentazione acquisita è al vaglio della Procura della Repubblica di Teramo che valuterà l'eventuale incriminazione della persona denunciata.
«L'operazione», ha spiegato il comandante Ventura, «è stata resa possibile grazie all'esperienza dei miei uomini che hanno così interrotto una condotta pericolosa per l'ambiente».
L'attività di Polizia Giudiziaria rientra in un ampio programma di controlli derivanti sia da un Protocollo d'Intesa formalizzato con la Regione Abruzzo, per il monitoraggio su tutto il territorio delle varie fonti di inquinamento, sia in attuazione con precisi accordi e direttive nell'ambito del COIF (Comitato Operativo Inquinamento Fluviale) presieduto e promosso dal Prefetto di Teramo.

16/04/2008 14.15