«Il corso per ingegneri non è stato un flop»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

704

LA REPLICA. CHIETI. Un corso per ingegneri che non aveva soddisfatto gli iscritti. La storia di alcuni che non avevano gradito l'esperienza (costata 500 euro) l'avevamo raccontata qualche giorno fa. Oggi la Ises Italia, organizzatrice, chiede di replicare e assicura «dai dati in nostro possesso il corso è stato giudicato abbastanza o molto utile».
A fine lezione, infatti, la società che ha organizzato il corso di formazione ha fatto compilare un modulo per testare la soddisfazione degli iscritti.
«33 dei 35 iscritti», spiega il presidente della società Vincenzo Naso, «hanno giudicato il corso abbastanza o molto utile. Questo per noi è un fatto tangibile e riscontrabile».

Naso smentisce anche la notizia che sia stato consegnato l'attestato di frequenza al presidente dell'Ordine degli Ingegneri, (che il diretto interessato aveva già smentito nell'articolo precedente) o che il materiale fornito fosse incompleto.
Dando un'occhiata alle schede di valutazione che la società ci ha spedito si evince che 26 iscritti hanno ritenuto il corso "abbastanza" all'altezza delle aspettative. Per 4 è stato "del tutto" all'altezza delle aspettative" e per 2 "poco".
Per 14 iscritti il corso è stato giudicato "molto utile", per 17 "abbastanza utile" e per 2 "poco utile".
Sul materiale ricevuto 23 iscritti lo giudicano "buono" e 7 "scarso". L'esposizione dei docenti è stata giudicata "ottima" per 18 studenti, "buona" per 13, "sufficiente" per 2.
«La nostra scuola è attiva da 10 anni», chiude Naso, «abbiamo formato ad oggi oltre 3500 persone tra professionisti, tecnici, operatori del settore».

15/04/2008 10.21