Licenziate in tronco perché non voteranno come prescrive il datore di lavoro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1608

IL CASO. CASTELLAFIUME (AQ). Scegliere il candidato giusto per le prossime elezioni può essere di importanza vitale. Ne sanno qualcosa tre donne che sono state licenziate in tronco perché hanno fatto sapere che non voteranno per il nipote del loro datore di lavoro.
La cosa sarebbe successa ieri quando le tre signore arrivate nella segheria di Piane Sante come ogni mattina sono state cacciate fuori.
Il piccolo imprenditore non ha gradito il mancato sostegno delle sue dipendenti al giovane nipote, candidato sindaco della lista "Insieme per il progresso".
Risentito per quell'atteggiamento così poco solidale avrebbe fatto una sfuriata e ha giurato: «siete tutte e tre fuori dalla mia azienda».
Tomassino Lupiani, questo il nome del titolare della segheria, stando ad alcuni racconti, non ha utilizzato mezzi termini per cacciare dall'azienda le tre donne aggredite verbalmente.
Una di loro lavora in azienda da circa 10 anni ed un'altra e' in procinto di sposarsi.
Insomma, un bel guaio trovarsi disoccupate così, all'improvviso, per aver deciso e dichiarato di non sostenere il candidato.
La notizia in un attimo ha fatto il giro del piccolo centro lasciando sgomenti gli abitanti. 1.100 o poco più i residenti e il polverone non sta facendo certo bene al giovane candidato Domenico Mariani, 27 anni, studente di Economia, già assessore nell'amministrazione uscente e candidato alla poltrona più importante della città nonostante la giovanissima età.
Come in ogni piccolo comune la vicenda passa di bocca in bocca e sta subendo anche qualche variazione e diventa ormai difficile ristabilire la verità.
Secondo il datore di lavoro una eventuale perdita alle elezioni del nipote comprometterebbe anche il positivo prosieguo della segheria e quindi il sostegno dei dipendenti (15 in tutto) è fondamentale.
Il padre del candidato sindaco e' un commerciante all'ingrosso che si rifornisce di manufatti dalla segheria di Castellafiume.

08/04/2008 14.53