Vandali degli stabilimenti: una baby gang si divertiva così

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1465

PESCARA. Sono stati individuati i vandali che nella notte tra il 4 e il 5 aprile hanno causato danni per migliaia di euro presso lo stabilimento Lido Azzurro, sul lungomare Cristoforo Colombo a Pescara, dell’imprenditore Michele Gelsi (stella del calcio biancazzurro), aderente al Consorzio Imprese Balneari dell’Adriatico (Ciba). ALTRA BABY-GANG INDIVIDUATA A VASTO
Si tratta di 9 ragazzini, di età compresa tra i 10 e i 13 anni che sabato notte erano tornati per una nuova incursione nel Lido, ma sono stati colti in flagranza dal titolare della concessione stessa.
«Nel pomeriggio – ha spiegato l'imprenditore Michele Gelsi – siamo tornati presso lo stabilimento per cercare di sistemare quanto più possibile il patio, ma quando siamo arrivati c'era già un gruppo di adolescenti che, alla nostra vista, si è dato alla fuga». Sul posto è intervenuta la Polizia che è riuscita a rintracciare gli stessi ragazzini nel quartiere Borgo Marino sud: si trattava di sei maschi e tre femmine, i quali, dinanzi agli agenti in divisa, hanno confessato il misfatto della notte precedente, senza saper dare una giustificazione del proprio gesto.
«E' stata una scoperta assurda – ha commentato l'imprenditore Gelsi -: è spaventoso pensare che 9 ragazzini solo per il gusto di passare il tempo, forse presi dalla noia, hanno deciso di devastare un bene pubblico, causando danni ingenti e sapendo di poterla passare liscia perché minorenni e dunque difficilmente perseguibili dalla legge».
Le forze dell'ordine stanno completando le procedure per l'identificazione dei genitori dei 9 ragazzini che si sono resi colpevoli del gesto, genitori che saranno chiamati a risarcire i danni.
Nella scorribanda vandalica, è stato completamente devastato il patio esterno del Lido Azzurro: fracassate tutte le lampade dell'illuminazione esterna, i tavoli e le sedie di plastica e gli stessi giochi destinati ai bambini.
«I continui raid che abbiamo registrato negli ultimi giorni presso le nostre concessioni – ha ricordato il direttivo del Ciba – hanno fatto salire il livello di allerta e temiamo quanto potrà accadere nei prossimi giorni quando tutti gli stabilimenti avranno completato la rimozione delle recinzioni di protezione delle nostre attività, come imposto dal Piano spiaggia comunale. E' ovvio che abbiamo bisogno di una maggiore vigilanza, e nei prossimi giorni chiederemo un Tavolo di concertazione con le Forze dell'Ordine per discutere del Piano Estate Sicura 2008 che il Ciba ha chiesto ad alcuni Istituti di Vigilanza privati di redigere».
07/04/2008 9.05

[pagebreak]

ALTRA BABY-GANG INDIVIDUATA A VASTO

Sono state le telecamere a circuito chiuso della 'Galleria De Parma', nel centro storico di Vasto, a permettere alla polizia di smascherare tre minorenni, gia' conosciuti dalle forze dell'ordine, che avevano rubato denaro contante e due carte di credito con relativi codici d'accesso da un bancone del piccolo centro commerciale, che ha gli ingressi su Corso De Parma e via Santa Maria.
La tecnica utilizzata era semplice: indossare piu' capi d'abbigliamento possibile per distrarre la titolare ed indurla a stare lontano dalla cassa.
Quando la donna si e' accorta di quello che stava accadendo, i tre ragazzi si sono immediatamente dileguati. Una volante del Commissariato si e' precipitata sul posto e ha raccolto alcune testimonianze oculari.
I poliziotti del vice questore aggiunto Cesare Ciammaichella hanno anche bloccato gli accessi alle carte di credito.
Le immagini hanno permesso di identificare i responsabili del furto e di segnalarli alla Procura dei minori dell'Aquila.
07/04/2008 15.34