Bonus assunzioni con credito d'imposta, tutto il Sud a Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2192

PESCARA. Sarà l'agenzia delle Entrate di Pescara a ricevere tutte le istanze del Sud Italia per richiedere il bonus dipendenti. L'agevolazione (così come prescritto dalla Finanziaria 2008, articolo 2, commi da 539 a 547, legge 244/07) e riservata ai datori di lavoro che fanno assunzioni a tempo indeterminato nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2007 e il 31 dicembre 2007.
L'agenzia di Pescara dovrà ricevere tutte le richieste di Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Basilicata, Sardegna, Abruzzo e Molise.
«I dati da inserire nell'istanza», chiarisce il decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, «saranno dettagliati da un provvedimento che il direttore delle Entrate dovrà varare entro 30 giorni dalla pubblicazione».

MODALITÀ DI ACCESSO E DI FRUIZIONE DEL CREDITO D'IMPOSTA

Per fruire del credito d'imposta bisogna inoltrare la richiesta a partire dal primo giorno del mese successivo a quello in cui si verificano gli incrementi occupazionali e non oltre il 31 gennaio 2009.
L'istanza deve essere telematica.
Per le assunzioni agevolabili effettuate a decorrere dal 1° gennaio 2008 fino al mese precedente a quello di attivazione della procedura telematica, i soggetti beneficiari inviano le istanze di attribuzione del credito a partire dalla data di attivazione della stessa procedura. In caso di ulteriori incrementi occupazionali, il soggetto beneficiario provvede alla presentazione di successive istanze.

IL COMPITO DELL'AGENZIA

L'Agenzia delle entrate:
a) esamina le istanze secondo l'ordine cronologico di presentazione, verificandone, sulla base dei dati in essa indicati, l'ammissibilità in ordine al rispetto dei requisiti previsti dalla norma;
b) entro trenta giorni dalla data di presentazione dell'istanza medesima, ne comunica l'accoglimento nei limiti dello stanziamento dei fondi disponibili per ciascun anno, con espressa comunicazione telematica al soggetto interessato.

SE LA RICHIESTA VIENE ACCOLTA

I soggetti che hanno ricevuto la comunicazione telematica attestante l'accoglimento dell'istanza sono tenuti ad inviare all'Agenzia delle entrate, dal 1° febbraio al 31 marzo di ciascuno degli anni 2009, 2010 e 2011, una comunicazione attestante il rispetto delle condizioni.
Con la stessa comunicazione, inoltre, deve essere data indicazione del minor credito eventualmente spettante in relazione all'anno precedente ovvero all'anno in corso.
La comunicazione costituisce presupposto per fruire della quota di credito, già prenotata, relativa all'anno nel quale la stessa deve essere presentata.
I soggetti non ammessi al beneficio per esaurimento dei fondi stanziati possono presentare dal 1° aprile al 20 aprile di ciascuno degli anni 2009 e 2010 una nuova istanza telematica.
L'importo del credito richiesto con le nuove istanze può essere al massimo pari a quello richiesto nell'istanza originaria.
04/04/2008 16.10