Rifiuti: carabinieri denunciano 6 persone in tutto Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1461

CHIETI. I Carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Pescara hanno denunciato in stato di libertà gli amministratori e responsabili di alcune ditte, società e privati cittadini nelle province di Chieti e Pescara.
E' stato denunciato alla Procura della Repubblica di Lanciano il legale rappresentante di un opificio del settore del recupero di plastica e cartone a Fossacesia per aver utilizzato una macchina trituratrice della plastica senza l'autorizzazione alle emissioni in atmosfera.

Un'altra denuncia è stata presentata alla Procura della Repubblica di Vasto: si tratta dell'amministratore unico di una ditta di costruzioni, colpevole di aver abbandonato «in modo incontrollato» su un terreno rifiuti solidi ferrosi completamente arrugginiti.

Alla Procura di Chieti è stato denunciato il titolare di una autocarrozzeria di Chieti, per aver effettuato scarichi di acque reflue industriali senza autorizzazione; denuncia anche per un'impresa edile che aveva adibito abusivamente a deposito di rifiuti da demolizione, con contestuale sequestro preventivo, un appezzamento di terreno di circa 600 metri quadrati a Francavilla al Mare.

Il Noe ha inoltre denunciato alla Procura della Repubblica di Pescara il legale rappresentante di una ditta di Cepagatti operante nel settore metalmeccanica per aver installato ed esercitato un impianto in assenza di autorizzazione all'emissione in atmosfera; il titolare di una ditta che svolge attività di autodemolizione a Castiglione a Casauria per aver effettuato lo stoccaggio di carcasse di veicoli fuori uso da bonificare su un'area sprovvista di impermeabilizzazione.
02/04/2008 9.35