Esplode palazzina per fuga di gas, morta una donna

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1126

MONTORIO AL VOMANO. Una esplosione al risveglio, crollano i tramezzi e all'interno la proprietaria rimane uccisa. Tragedia stamattina a Montorio al Vomano, in provincia di Teramo. Vigili del fuoco e forze dell’ordine sono ancora sul posto.
E' successo questa mattina in una palazzina del centro di Montorio al Vomano. La vittima è Disma Di Luigi, 53 anni.
La donna viveva da sola ed era una operaia di un tomaificio della zona.
Secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco del comando provinciale di Teramo la donna ha plausibilmente acceso un fornello, probabilmente per preparare la prima colazione, ma non si è accorta della perdita della bombola di gas.
E questa distrazione le è stata fatale.
Così in un colpo è saltata in aria insieme al suo appartamento: a crollare sono stati i tramezzi all'interno dell'appartamento. I vicini di casa hanno raccontato di un rumore assordante che ha svegliato tutti. Calcinacci, polvere, fiamme un piccolo inferno che ha schiacciato la donna all'alba di un nuovo giorno. L'ultimo.
Adesso bisognerà accertare se le cause della morte siano imputabili all'esplosione o all'asfissia e se, quindi, prima che la casa saltasse in aria la donne fosse già morta.
Per ricostruire cosa sia successo veramente sarà necessaria una autopsia, che sarà eseguita presso l'obitorio dell'ospedale di Teramo dove il corpo della donna è stato trasportato.
Dopo lo scoppio è divampato anche un incendio, subito spento dai vigili del fuoco intervenuti sul posto.
La casa è una vecchia palazzina di tre livelli di via dei Forti e anche alcune abitazioni vicine sono state lesionate dallo scoppio e fatte sgomberare per i controlli di rito.
Sul posto sono subito arrivati, oltre ai vigili del fuoco, vigili urbani e carabinieri, gli operatori del 118.
Ma la donna è stata ritrovata senza vita.
01/04/2008 12.21