Pescarabruzzo, Il patrimonio netto sale a 203 milioni di euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

799

PESCARA. Il Comitato di Indirizzo della Fondazione Pescarabruzzo, nel corso della sua ultima seduta del 27 marzo 2008, ha approvato il progetto di Bilancio Consuntivo relativo all'esercizio 2007.

I ricavi totali dalla gestione ammontano ad € 13.459 mila, di cui € 1.885 mila sono derivati da dividendi, € 8.716 mila da interessi e proventi da crediti e disponibilità liquide, € 2.859 mila da proventi straordinari.
L'avanzo netto di esercizio, ammontante a € 11.237 mila, è stato destinato alla riserva obbligatoria per € 2.247 mila; alla riserva per l'integrità del patrimonio per € 1.390 mila; al fondo per le erogazioni nei settori rilevanti per 6.000 mila; al fondo di stabilizzazione delle erogazioni per € 1.000 mila.
A ciò si aggiunge l'accantonamento al Fondo per il Volontariato per € 300 mila ed al Fondo per il Progetto Sud gestito insieme alle associazioni dello stesso volontariato, per pari importo.
«Si è registrato un netto miglioramento dei ricavi totali rispetto all'anno precedente», ha spiegato il presidente Nicola Mattoscio, «e di conseguenza dell'avanzo di esercizio, dovuto in particolare all'aumento degli interessi attivi sulle operazioni di investimento».
Il patrimonio netto della Fondazione è salito a € 203 milioni da € 176 milioni del 2006, mentre il totale dell'attivo è passato da € 199 milioni ad € 230 milioni.
Questi dati classificano la Fondazione Pescarabruzzo (che parteciperà alla spesa per la costruzione del Ponte del Mare), per dimensione, intorno alla trentesima posizione tra le 88 Fondazioni di origine bancaria, e come la più grande tra quelle delle regioni dell'Italia meridionale.
Per quanto riguarda l'attività istituzionale a sostegno del territorio di riferimento, nel corso dell'esercizio 2007 gli interventi complessivamente deliberati sono stati pari a € 8,5 milioni, dei quali circa il 54% nel settore Arte, attività e beni culturali.
29/03/2008 10.24