Villa Pini-Deutsche Bank. La finanza alla Asl di Chieti per acquisire atti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

825

CHIETI. Presso la Direzione generale dell'Azienda sanitaria locale di Chieti, personale della Guardia di finanza ha acquisito oggi copia della documentazione relativa alla vicenda della transazione tra la Regione Abruzzo e la Deutsche Bank, relativamente ai crediti ceduti a quest'ultima dalla casa di cura Villa Pini.
La Direzione generale si è messa a disposizione delle Fiamme gialle, fornendo tutti gli atti che riguardano tale procedura e le informazioni a essa collegate.
Sono stati illustrati, già alcuni giorni fa, i passaggi seguiti, che hanno portato - «in modo chiaro, lineare e assolutamente trasparente», dice il manager Maresca - a dare il via libera al pagamento all'istituto di credito degli otto milioni di euro di competenza della Asl di Chieti sui 14 milioni complessivamente richiesti alla Regione dalla Deutsche Bank.
«La Direzione generale della Asl», ripete ancora oggi Maresca,«ha dato l'ok al pagamento dopo che la Commissione ispettiva regionale ha certificato che le somme richieste si riferivano a prestazioni effettivamente remunerabili».
Come noto, lo scorso settembre Villa Pini Srl ha notificato alla Asl di Chieti un'ingiunzione di pagamento per 37 milioni di euro, riferiti al secondo semestre 2006 e al primo quadrimestre 2007, cui l'Azienda si è opposta davanti al Tribunale civile di Chieti, confutando la fondatezza di buona parte delle somme richieste.
I giudici hanno sospeso l'esecutività del decreto ingiuntivo, rinviando l'esame del merito all'udienza fissata per il prossimo 8 aprile.

27/03/2008 16.54