Donna incinta muore per setticemia, aperta una inchiesta

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2033

PESCARA.E' morta sia la giovane donna che il bambino che aveva in grembo. Tragedia ieri all'ospedale di Pescara. Dopo un malore e due giorni sotto osservazione la mamma e il bambino non sono sopravvissuti. Sul caso è stata aperta anche una inchiesta.

A.B. 34 anni di Vasto ma residente da molti anni a Milano era tornata in Abruzzo dai suoi familiari per le festività pasquali.
Insieme a lei, incinta al settimo mese, anche i due figli di 3 anni e 18 mesi e il marito bancario.
Sabato mattina la donna si è sentita poco bene: ha avvertito un malore ed è comparsa anche la febbre alta.
I familiari l'hanno trasportata subito all'ospedale di Vasto e pare che qualcuno abbia consigliato di trasferirla al nosocomio di Pescara.
Già a Milano, nelle scorse settimane, c'era stato un rischio d'aborto poi sventato.
Ieri, subito dopo mezzogiorno, proprio nell'ospedale civile di Pescara la situazione è precipitata.
Nel corso di un disperato intervento operatorio la donna ha perso la vita per una sospetta setticemia.
I medici hanno tentato di salvare almeno il bambino, risultato morto da almeno un paio d'ore.
Sulla vicenda la Procura della Repubblica di Pescara ha aperto un'inchiesta disponendo l'effettuazione dell'esame necroscopico sulla salma della donna e del bambino.

25/03/2008 16.23