Costituita la prima impresa con la nuova procedura

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

911

CHIETI. E’ partita ieri, con la prima comunicazione unica, la sperimentazione della Camera di Commercio di Chieti riguardante la procedura d’avvio dell’attività di impresa, la cosiddetta ”impresa in un giorno”.
Chieti infatti è tra le 11 Camere di Commercio italiane ad aver avviato la sperimentazione pilota che consente agli utenti di usufruire in via facoltativa della comunicazione unica fino al 19 agosto prossimo, da quando diverrà obbligatorio per tutti utilizzare questa importante opportunità introdotta dall'articolo 9 della Legge n. 40/2007 (cosiddetta legge Bersani), un ulteriore tassello verso la modernizzazione del Paese nell'opera del legislatore di favorire l'e-government.
Dopo gli incontri e gli accordi preliminari conclusi con le altre Amministrazioni (Inail, Inps, Agenzia delle entrate) chiamate ad interagire con la Camera di Commercio, ieri nella sede dell'ex Foro Boario si sono svolti i primi due seminari ai quali hanno partecipato oltre 50 persone, tra dipendenti delle 4 Camere di Commercio abruzzesi, dell'Inail, dell'Inps, dell'Agenzia delle entrate, oltre che dirigenti e funzionari delle principali associazioni di categoria (Apindustrie, Confagricoltura, Apa, Confesercenti, Confartigianato, Casa, Confindustria, Upa) insieme a rappresentanti di numerosi studi professionali notarili e commerciali, di consulenti e di singole imprese.
Al termine dell'incontro – al quale hanno partecipato il Presidente della Camera di Commercio di Chieti Dino Di Vincenzo e il Segretario generale Pierluigi Federici, insieme ad Antonio Tonini, Responsabile nazionale della Divisione Registro Imprese di Infocamere (società informatica di UnionCamere) – si è anche proceduto all'invio della prima pratica ComUnica della provincia di Chieti riguardante la costituzione di una Snc attuata da un'agenzia specializzata per conto di un importante studio notarile di Chieti.
Il presidente Di Vincenzo che nel parlare «di una svolta epocale per lo sviluppo dell'economia italiana e provinciale», si è detto «soddisfatto della capacità tecnico–professionali del personale di aver acquisito immediata dimestichezza con la nuova procedura che rende la Camera di Commercio tra le più all'avanguardia in Italia al servizio delle imprese e del territorio».

COME E' CAMBIATA LA NORMATIVA

Il legislatore ha introdotto una grande novità, prevedendo che la “Comunicazione unica per la nascita dell'impresa” sia inoltrata dall'imprenditore al Registro Imprese della Camera di Commercio territorialmente competente, la quale provvederà a dialogare con le altre Amministrazioni interessate per conto delle imprese stesse.
«Infatti l'art. 9 della legge n. 40/2007 - illustra il neo segretario generale della Camera di Commercio di Chieti Pierluigi Federici – prevede che ai fini dell'avvio dell'attività d'impresa gli interessati presentino all'ufficio del Registro delle imprese, per via telematica o su supporto informatico, una comunicazione unica, la quale assolve tutti gli adempimenti amministrativi, non solo al Registro Imprese, ma anche quelli relativi all'Agenzia delle Entrate, all'INAIL e all'INPS rispettivamente per le questioni fiscali, assistenziali e previdenziali. Il nostro ufficio rilascerà subito una ricevuta che costituirà titolo per l'immediato avvio dell'attività imprenditoriale e darà notizia alle amministrazioni competenti dell'avvenuta presentazione della comunicazione unica».
Di conseguenza, l'Agenzia delle Entrate comunicherà immediatamente all'interessato e al Registro Imprese il codice fiscale e la partita IVA e, entro 7 giorni, gli altri Enti comunicheranno gli ulteriori dati definitivi relativi alle posizioni registrate. La stessa procedura si applicherà in caso di modifiche o cessazione dell'attività dell'impresa.

13/03/2008 8.14