Pozzi del Vomano, martedì si decide la loro sorte

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

449

SILVI. Si deciderà martedì 11 marzo, se i pozzi del Vomano, che erogano acqua potabile ai comuni di Silvi e Pineto, saranno finalmente aperti.
È quanto ufficializzato questa mattina dal presidente dell'Aca di Pescara Bruno Catena durante la conferenza stampa svoltasi presso il Comune di Silvi e riguardante la situazione idrica dello stesso comune teramano e di quello di Pineto.
«I pozzi del Vomano – ha detto il presidente Catena –, realizzati dall'Azienda Acquedottistica per volontà dell'Ato pescarese, con i loro 200 litri di acqua potabile al secondo, risolverebbero il problema idrico dei comuni di Silvi e Pineto».
Dopo la riduzione, registrata nei giorni scorsi, dell'erogazione dell'acqua potabile da parte dell'acquedotto teramano del Ruzzo che ha determinato lievi disagi, oggi la situazione idrica è tornata alla normalità e attualmente l'Aca eroga 60 litri di acqua al secondo al comune di Pineto e 110 litri al secondo al comune di Silvi.
«Certo è che – ha continuato il presidente Catena –, con l'approssimarsi della stagione estiva, il fabbisogno idrico dei cittadini residenti e dei turisti aumenterà progressivamente. L'unica soluzione per stabilire un adeguato equilibrio idrico è l'apertura dei pozzi del Vomano».
Quello del Vomano è un impianto a osmosi inversa realizzato per eliminare il problema della presenza di nitrati (per legge non devono superare i 50 milligrammi per litro) dovuta al fatto che la zona è ricca di colture di diversa specie. Subito dopo la realizzazione, l'Aca e la Asl hanno eseguito analisi quotidiane che hanno dimostrato l'assoluta potabilità dell'acqua.
«Nonostante questo – ha continuato il presidente Catena – la Asl di Teramo ha dichiarato che i pozzi potevano essere utilizzati solo in caso di emergenza idrica. Qualche giorno fa la Regione ha deliberato nuovamente lo stato di allerta per il rischio siccità, dichiarato finito il 31 dicembre scorso. Proprio per questo la Asl di Teramo dovrebbe dare il proprio assenso per l'apertura definitiva dei pozzi del Vomano».
La querelle potrebbe essere definitivamente conclusa domani durante l'incontro con i dirigenti della Asl di Teramo a cui prenderanno parte il presidente dell'Aca Bruno Catena, il sindaco di Silvi Gaetano Vallescura e il sindaco di Pineto Monticelli.

10/03/2008 15.19