Multe 2006: vigili aquilani i più severi. A Pescara quasi nullafacenti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1001

Multe 2006: vigili aquilani i più severi. A Pescara quasi nullafacenti
ABRUZZO. Quante multe hanno preso gli abruzzesi nel 2006? Probabilmente meno di quante ne sono arrivate negli anni successivi, se si confrontano i dati certi (quelli del 2006 sono gli ultimi ufficiali disponibili) e il mare di proteste sia a Pescara (multe estive o con telelaser) che nella provincia di Teramo (che ha fatto i conti con il semaforo killer). MULTE E VIGILI, INCHIESTE E PROTESTE
L'indagine è stata fatta su scala nazionale dal Sole 24 ore e tra i 104 capoluoghi di provincia l'Abruzzo da' una immagine di sè che forse non ci si aspettava.
Pescara è risultata la città con il più basso valore di multe procapite. Facendo una media tra verbali e cittadini con patente, infatti, viene fuori che ogni guidatore ha ricevuto nel 2006 una multa di appena un euro. Niente di rilevante rispetto al resto della regione.
Ma non solo: il 2006 ha fatto registrare un -94% di sanzioni rispetto all'anno precedente. Se quindi nel 2005 sono piovute multe a pioggia, l'anno successivo sono praticamente scomparse.
Vigili più buoni o cittadini meno indisciplinati?
Difficile capirlo, sta di fatto che proprio su quel periodo la procura ha aperto una inchiesta e iscritto nel registro degli indagati 71 agenti che dovranno rispondere di falso ideologico in atto pubblico continuato.
Secondo la procura, infatti, i vigili indagati, dal 2004 all'aprile del 2006, avrebbero annullato multe «illegittimamente».
La statistica rileva poi il rapporto tra gli introiti e il numero di vigili in organico. Ebbene, ogni agente pescarese ha fatto multe per 2.093 euro.
E' andata peggio agli automobilisti di Chieti che hanno ricevuto in media, pro capite, una sanzione di 11 euro. Stesso andamento per i patentati di Teramo con 11,9 euro per uno. I più sanzionati sono stati invece i cittadini dell' Aquila: ogni cittadino con patente, infatti, è come se avesse ricevuto una multa di 23,8 euro.
Se Chieti e Teramo hanno fatto registrare un incremento di sanzioni rispetto all'anno precedente (rispettivamente con un +19% e un +6%), anche i vigili aquilani, come quelli pescaresi, hanno rallentato i ritmi e le multe rispetto al 2005 sono diminuite del 4%.
Ma sempre i vigili aquilani sono allo stesso tempo quelli più "severi": ogni agente, infatti, ha elevato multe per 23 mila euro.
A Chieti ogni vigile ha fatto multe per 17 mila euro, e a Teramo 13 mila euro.
26/02/2008 9.29