Via Fagiani: acqua non potabile per 10 abitazioni. Condotta riparata.

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

933

PESCARA. Questa volta l’acqua non è potabile. Almeno questa volta non ci saranno polemiche perché a confermarlo è la stessa Aca, la società che gestisce il servizio acquedottistico nei comuni del Pescarese e del Chietino. QUALE ACQUA BEVI? COSA NE PENSI DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO ACQUEDOTTISTICO NELLA TUA ZONA?
In via del tutto temporanea l'Aca ha dichiarato non potabile l'acqua erogata nelle abitazioni di via Fagiani, a Pescara.
Il provvedimento definito «precauzionale» interessa circa una decina di abitazioni e si è reso necessario dopo che le ultime analisi, effettuate ciclicamente dal gestore, poiché sono state rilevate tracce di idrocarburi, forse determinati dall'infiltrazione di catrame dopo gli ultimi lavori di rifacimento del manto stradale di superficie.
Anche nella polemica infinita e mai sopita della potabilità dell'acqua partita l'estate scorsa in alcune analisi vennero riscontrate tracce di idrocarburi nell'acqua in circolazione nell'acquedotto, tracce in alcuni casi leggermente al di sopra dei valori previsti dalle norme.
Il Wwf in quell'occasione però contestò il fatto che le successive analisi non continuarono a monitorare il livello, tra gli altri, anche degli idrocarburi.
«È bene chiarire – ha puntualizzato il presidente Aca, Bruno Catena - che i livelli di idrocarburi riscontrati nell'acqua sono ben al di sotto dei parametri prescritti dalla legge 31/01, dunque non c'è stato alcun pericolo di contaminazione o comunque alcun rischio per la salute umana. Tuttavia a scopo puramente cautelativo e per un eccesso di zelo riteniamo comunque opportuno vietare l'utilizzo dell'acqua a fini alimentari, in altre parole chiediamo agli utenti di via Fagiani esclusivamente di non bere l'acqua del rubinetto, mentre la stessa acqua potrà essere tranquillamente utilizzata per l'uso domestico, ossia per cucinare e per lavarsi. Nelle prossime ore saranno effettuati nuovi prelievi sia dai tecnici Aca che dalla Asl, così come abbiamo già concordato con il dottor Rongione. Nel frattempo, sempre in via precauzionale, sono già partiti i lavori di rifacimento dell'intera condotta idrica di via Fagiani, per un tratto di circa 150 metri lineari. Si coglie, inoltre, l'occasione - ha continuato il presidente Catena – per ribadire che attualmente è assolutamente sotto controllo la situazione dell'erogazione di acqua potabile nel comune di Pescara. Infatti i diversi controlli effettuati dai tecnici Aca, non hanno registrato assenza di acqua in tutta la città. Si stanno verificando e solo nelle ore notturne, come del resto avevamo già preannunciato, cali di pressione, ma in nessun caso è stata registrata assenza di acqua potabile. Continueranno, comunque, in maniera costante i monitoraggi sull'intera rete idrica che attraversa la cittadina adriatica».

26/02/2008 9.23


Visualizzazione ingrandita della mappa

CONDOTTA RIPARATA

Sono terminati alle 2 della notte scorsa i lavori per la sostituzione della condotta in via Fagiani, a Pescara sud, partiti all'alba di ieri mattina dopo che le analisi della Asl di Pescara avevano accertato livelli minimi di idrocarburi nella rete idrica che rifornisce dieci abitazioni.
L'intervento ha determinato il rifacimento completo, e in tempi record, di circa 60 metri lineari della condotta.
Nelle prime ore di stamattina i biologi dell'Aca e i biologi della Asl hanno già effettuato i nuovi prelievi dell'acqua della condotta i cui risultati saranno pronti al massimo entro domani mattina.
Se gli esami daranno esito positivo già domani mattina si potrà dichiarare la potabilità dell'acqua erogata nelle abitazioni di via Fagiani.
Secondo informazioni dell'Aca la presenza di idrocarburi nell'acqua potrebbe essere stata determinata da alcuni lavori di rifacimento della condotta di via Nazionale Adriatica sud che si sono conclusi pochissimi giorni fa.
«Durante il ripristino del manto stradale di superficie», sostiene l'Aca,«è possibile che un residuo di catrame sia finito all'interno della condotta determinando dunque la suddetta presenza di idrocarburi, di fatto per poche ore».
«Comunque domani – ha assicurato il presidente Catena -, dopo aver ottenuto i risultati dalle analisi di Asl e Aca i nostri tecnici eseguiranno subito i nuovi allacci della nuova condotta ripristinando una situazione di tranquillità e normalità per tutti i cittadini».
26/02/2008 12.26