Acqua, disagi per cali di pressione ma per l’Aca «non c’è emergenza»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

859

PESCARA. Week end di disagi per alcune zone di Pescara e dintorni. Non si placa il problema della crisi idrica e del razionamento dell’acqua per i rubinetti della Val Pescara. Nel fine settimana problemi si sono registrati in molte zone di Pescara, Chieti, Francavilla, Montesilvano. Chiusure notturne sono state messe in pratica anche se si assicura il carattere eccezionale del provvedimento.
Più che di totale assenza di acqua in quasi tutti i casi si tratta di cali di pressione che genera comunque disagi specie alle attivitàproduttive.
La realtà è che la scarsità di precipitazioni sta incidendo in maniera pesante sulle riserve idriche ed il peggio arriverà verso il mese di giugno quando le riserve dovute all'attuale accumulo di neve ancora gelata si sarà esaurita.
Dalla azienda Aca tuttavia continuano ad arrivare messaggi tranquillizzanti parlando di «situazione sotto controllo».
Dopo alcune verifiche questa mattina l'Aca non ha registrato «assenza di acqua nelle abitazioni e negli esercizi commerciali del centro di Pescara».
«Come avevamo preannunciato – ha spiegato il presidente Aca, Bruno Catena – solo nelle ore notturne si sono verificati lievi cali di pressione in via Aterno, via Stradonetto, e in alcuni palazzi del centro che purtroppo sono privi di autoclave. In tutti i casi, però, ribadiamo, si è trattato solo ed esclusivamente di cali di pressione. In nessun caso abbiamo registrato assenza di erogazione di acqua potabile, neanche nei piani superiori dei condomini».
L'azienda sta monitorando «ora per ora l'evolversi della situazione e contiamo che già da domani con un probabile rialzarsi delle temperature, riprenderà il naturale scioglimento delle nevi che andranno a rialimentare pozzi e sorgenti».
Catena ha poi ribadito che «Pescara non sta vivendo una situazione d'allarme e nelle ore diurne abbiamo sempre garantito il normale flusso di acqua potabile».

DOMANI LAVORI A FARA FILIORUM PETRI

Inizieranno domani mattina, martedì 26 febbraio, i lavori per la sostituzione di una valvola danneggiata lungo la condotta Val di Foro, in via Madonna, a Fara Filiorum Petri, che in queste ore sta provocando una lieve perdita di acqua potabile.
Una squadra di tecnici dell'Aca comincerà i lavori che potrebbero determinare una riduzione del normale flusso idrico tra le ore 8 e le ore 12 in via Madonna.
Il sindaco del comune di Fara Filiorum Petri è stato già avvertito in mattinata in modo che i residenti possano essere messi al corrente in maniera tempestiva.
«Probabilmente - ha continuato il presidente Catena – i cittadini non avvertiranno alcun disagio e sicuramente la situazione tornerà alla normalità già prima dell'ora di pranzo».

25/02/2008 13.53