Un nuovo mammografo per l'Ospedale di Atri

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1221

ATRI. Nella Radiologia dell'Ospedale di Atri è stato installato e già collaudato un nuovo mammografo di ultima generazione, che consentirà alle donne di eseguire un esame fondamentale per la prevenzione del tumore del seno.

La nuova strumentazione, che insieme a quella in funzione già da circa due mesi all'Ospedale di Teramo, è stata acquistata dalla Regione Abruzzo con i fondi del proprio programma di screening mammografico, è il modello "Giotto" della ditta IMS (Internazionale Medico Scientifica).

«Quello installato ad Atri», ha spiegato il dottor Merlini, primario della Radiologia dell'Ospedale di Atri e Direttore del Dipartimento di Diagnostica per Immagini della ASL di Teramo, «è un mammografo estremamente tecnologico e produce immagini di altissima qualità. Già dai primi giorni di marzo sarà pienamente operativo non solo per le mammografie cliniche ma anche per quelle relative al programma di screening regionale».
La mammografia è un esame vivamente consigliato a tutte le donne dall'età di 40 anni in poi, e va ripetuto ogni anno.
«Diagnosticare precocemente una eventuale patologia maligna del seno», ha ricordato Merlini, «permette alle donne di essere sottoposte a trattamenti efficaci, con il risultato di una completa guarigione».
«Il direttore Generale della Asl di Teramo Mario Molinari ha spiegato, invece, che «con l'acquisto dei due nuovi mammografi, consentono alla ASL di Teramo di tornare ad essere un punto di riferimento regionale per tutte le donne».
22/02/2008 12.10