Lanciano: approvato all'unanimità il Piano di Azione Locale 2007-2013

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

627

Lanciano: approvato all'unanimità il Piano di Azione Locale 2007-2013
LANCIANO. Il sindaco Paolini: «un altro importante passo verso lo sviluppo dei nostri territori, un documento che servirà a tenere unito tutto il comprensorio».
Si tratta di un documento utilissimo ai fini dello snellimento delle procedure che per economia di spesa e massima sinergia delle risorse disponibili valorizza le esperienze di concertazione e di programmazione , oltre alle infrastrutture tecnologiche e telematiche , realizzate dall'Agenzia di Sviluppo e dall'Associazione degli Enti Locali del Sangro-Aventino di cui i comuni sono stessi membri.
«Questo mezzo», fanno sapere da Palazzo di Città, «recepisce pienamente le esigenze di crescita delle popolazioni locali oltre a rappresentare un'attuazione concreta del principio di sussidiarietà, consentendo a tutti gli enti, istituzionalmente posti a servizio della comunità, di fruire dei vantaggi che provengono dall'agire sinergico, partecipando così al processo di programmazione».
I territori della Provincia di Chieti interessati sono stati definiti tenendo in considerazione gli indirizzi di pianificazione previsti nel Quadro Regionale di Riferimento ed i territori oggetto di Patti Territoriali.
In Provincia di Chieti gli ambiti sono: Chieti; Lanciano;Vasto San Salvo.
Il documento copre l'intero periodo di programmazione 2007-2013.
Il Piano è inteso come piano complessivo di sviluppo in attuazione della programmazione dei fondi europei, nazionali e regionali.
Tale piano è definito ed attuato in un'unica sede di concertazione con il partenariato istituzionale e socio economico al fine di favorire, a livello locale, l'integrazione delle politiche e degli strumenti ed evitare la disgregazione e la disseminazione in tanti tavoli per definire i singoli progetti per i singoli fondi.
Tra gli obbiettivi prefissati ci sono la realizzazione di un Campus Innovazione Automotive e Metalmeccanica, il quale si collocherà nell'area dove esiste la maggiore concentrazione di grandi, medie e piccole Imprese del settore, proponendosi il rafforzamento ed il consolidamento della filiera distribuita sull'intero territorio regionale. Inoltre sono previste la valorizzazione delle risorse culturali e ambientali; il miglioramento e l'adeguamento delle infrastrutture, mobilità, qualità della vita e servizi; il miglioramento della capacità amministrativa nei sistemi locali.


21/02/2008 9.50