Gdf Chieti: blitz nel mercato. Arrestati due senegalesi clandestini

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

742

CHIETI. Denunciati altre 4 persone. Sequestrati numerosi cd e dvd pirata e capi contraffatti.

E' scattato nei giorni scorsi un blitz nel mercato di Chieti che ha consentito il fermo di cittadini extracomunitari senegalesi, intenti alla vendita abusiva di capi contraffatti e cd e dvd pirata.
Tre ambulanti sono risultati privi del documento di identità e del permesso di soggiorno.
Gli uomini delle Fiamme Gialle di Chieti hanno proceduto agli accertamenti del caso, appurando, tramite il casellario centrale d'identità (afis) presso l'ufficio immigrazione della questura di Chieti, che due dei tre erano stati gia' destinatari di un decreto di espulsione da parte del prefetto di Pescara e Teramo, rispettivamente in data 18 luglio 2006 e 9 ottobre 2007, con conseguente ordine dei competenti questori di lasciare il territorio nazionale
Il terzo clandestino senegalese, invece, è risultato più volte colpito da ordinanza di espulsione, anche con l'uso di altre generalità e per questo già era stato arrestato il 1° febbraio 2007, esattamente un anno fa.
Sono quindi scattate le manette ai polsi dei due immigrati clandestini, per non aver ottemperato all'ordine delle autorità. Giudicati con il rito per direttissima, il giudice, dopo aver convalidato l'arresto, ha disposto il trasferimento in carcere ed aggiornato l'udienza al prossimo 7 febbraio.
Il terzo senegalese e' stato, invece, denunciato a piede libero per lo stesso reato ed e' stato disposto, nei suoi confronti, l'espulsione immediata, con accompagnamento alla frontiera.
La compagnia ha inoltre presentato una denuncia contro ignoti per aver consentito l'ingresso dei clandestini nel territorio italiano e sequestrato un ingente quantitativo di materiale audiovisivo (cd e dvd), privo del previsto contrassegno Siae, e capi d'abbigliamento di note marche (Lacoste, Versace, Burberry) contraffatti, con la conseguente denuncia dei tre responsabili alla procura di Chieti, per violazione dei diritti d'autore
28/01/2008 13.41