Università, senato studenti in rivolta: «illegittima la presidenza»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3769

Università, senato studenti in rivolta: «illegittima la presidenza»
CHIETI. La seduta del Senato Studentesco di ieri è finita nel caos. Convocata dopo circa otto mesi dall'ultima e unica seduta di questa legislatura, era chiamata a esprimere il parere sui nuovi ordinamenti dei corsi di laurea dell'ateneo.
«Durante la discussione», racconta un rappresentante dell'Associazione studentesca 360 Gradi, «abbiamo chiesto la verifica del numero legale e abbiamo consegnato un documento, firmato da ben 30 rappresentanti (di varie liste) sui 58 presenti, in cui si motivava la richiesta di dimissioni del presidente o il voto di sfiducia».
I firmatari lamentavano una serie di «gravi inadempienze», quali «la mancanza di un regolamento, l'assoluta indifferenza nei confronti di questioni di primaria importanza per il mondo universitario nonché il già citato gravissimo ritardo nella convocazione del senato».
Un altro documento di questa portata era stato già presentato dalla lista Welcome.
«Il presidente», continuano a spiegare i rappresentanti della lista 360 gradi, «preso atto dei contenuti del documento, ne ha rimandato l'analisi al punto Varie ed Eventuali, momento in cui numerosi rappresentanti della sua lista hanno lasciato l'aula senza però dare modo di verbalizzarne l'uscita; egli ha, a questo punto, dichiarata chiusa la seduta per mancanza del numero legale».
A seguito degli avvenimenti però i firmatari del documento di sfiducia, rappresentanti per le liste 360 Gradi e Welcome, «considerano, d'ora in poi, illegittima la presidenza da parte di Giuseppe Pranzitelli e si discostano da qualunque sua presa di posizione a nome di tutti gli studenti, compreso il prossimo intervento in occasione dell'inaugurazione dell'Anno Accademico» in programma domani mattina «in cui saranno prese posizioni non solo non concordate ma nemmeno mai poste all'attenzione del Senato Studentesco».

APERTURA DEL NUOVO ANNO ACCADEMICO

E domani mattina nel corso dell'apertura del nuovo anno accademico si terrà anche il conferimento dell'Onoreficenza Ordine della Minerva al giornalista e scrittore Roberto Gervaso e al preside della Facoltà di Medicina dell'Università del Texas, Giuseppe Nazario Colasurdo.
Al Coro, diretto dal Maestro Patrik Murray, a cui è stato recentemente affidato il ruolo di Direttore Artistico della Compagnia Corale di Ateneo, spetta l'apertura della Cerimonia con l'esecuzione dell'Inno di Mameli e il saluto finale, con l'esecuzione del brano "Va pensiero", dal Nabucco di Verdi.
Sarà d'obbligo un riferimento ai fatti avvenuti nei giorni scorsi alla Sapienza, rispetto ai quali Cuccurullo si dice «profondamente turbato, nel dover constatare che i principi del pluralismo e della libertà di opinione sono stati calpestati proprio in una università» luogo che dovrebbe garantire a tutti «il diritto di parola e di replica, in un clima di costruttivo confronto, che non sia soffocato dall'integralismo e dall'arroganza di minoranze culturali».
Rispetto all'Università, il Rettore si chiede se «siamo davvero in grado, in Italia, di premiare merito e talento» esprimendo una critica nei confronti di certi atteggiamenti volti «a stigmatizzare in negativo solo ciò che non funziona».

25/01/2008 10.35