Antenne San Silvestro. Melilla: «intervenire sullo smog elettromagnetico»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1659

PESCARA. A seguito di una interrogazione sull'inquinamento elettromagnetico rilevato in località San Silvestro di Gianni Melilla, la Giunta regionale ha comunicato che l'Arta ha effettuato nei modi di legge le misurazioni nel sito in questione nei mesi di ottobre e novembre 2007.
Le misurazioni dell'Arta hanno rilevato il «superamento dei valori di legge delle singole emittenti».
E da molti anni che anche i cittadini della zona si stanno mobilitando per far spostare le antenne e negli ultimi mesi anche il sindaco di Pescara si è detto pronto a studiare una collocazione alternativa dei ripetitori.
Proprio Melilla ha sensibilizzato nuovamente il primo cittadino: «gli ho chiesto», spiega il presidente del consiglio comunale, «nel rispetto della legislazione vigente, di adottare i conseguenti provvedimenti di sospensione con l'applicazione delle relative sanzioni amministrative. I livelli di inquinamento elettromagnetico a San Silvestro non sono più tollerabili. Le emittenti devono rispettare i limiti previsti dalla legge».
Per quanto di competenza della Regione, gli uffici regionali si stanno rendendo operativi per l'attuazione di uno stralcio al Piano regionale per la tutela della qualità dell'aria, già approvato dal Consiglio regionale il 25 settembre 2007.
Il Piano regionale prevede un intervento specifico di riduzione a conformità delle emissioni elettromagnetiche nell'area di San Silvestro nell'ambito dell'area di risanamento Chieti-Pescara.
«Chiedo l'adozione», chiude Melilla, «di un provvedimento da parte dell'amministrazione comunale di Pescara».

UNA ORDINANZA CONTRO I RIPETITORI

Ieri mattina si è svolta la riunione convocata dall'Amministrazione comunale per discutere le problematiche inerenti le antenne nella zona di San Silvestro.
L'incontro è stato presieduto dall'assessore comunale Camillo D'Angelo, e ha visto la partecipazione di numerosi esperti in materia, rappresentanti del Ministero delle Comunicazioni, dell'APAT, della Regione Abruzzo, della Provincia di Pescara e dell'Arta. Inoltre erano presenti l'Assessore comunale all'Agenda 21, Edoardo De Blasio, Giovanni Damiani e Andrea Oliva, in qualità di esponenti del tavolo tecnico permanente per la delocalizzazione degli impianti istituito dall'Ente.
Nei prossimi giorni il sindaco Luciano D'Alfonso firmerà un'ordinanza ad hoc, con la quale saranno diffidate le emittenti che non provvederanno a far rientrare le emissioni elettromagnetiche nei limiti di legge.
A 60 giorni dalla sigla dell'atto, l'Arta effettuerà nuovamente i rilevamenti e, in caso di mancata ottemperanza, sarà direttamente il Tavolo Tecnico Permanente istituito dall'Ente ad assumere i conseguenti provvedimenti, fra cui è prevista anche l'eventuale chiusura delle emittenti non in regola.
Il secondo punto analizzato dai presenti è stato quello della delocalizzazione degli impianti. In tal senso, tutti i presenti hanno convenuto sulla particolare complessità della questione, di difficile inquadramento soprattutto nel breve termine.
Per individuare la migliore soluzione del problema, il Comune chiederà dei pareri al Ministero dell'Ambiente e al Ministero delle Telecomunicazioni, che sono i due organismi competenti in materia, al fine di conoscere i tempi di attuazione dei contenuti della legge approvata nel 2005, che prevede una serie di misure specifiche per consentire la delocalizzazione degli impianti di trasmissione inquinanti.
Una volta ottenuti i pareri tecnici dei due Ministeri, saranno definite le successive iniziative da assumere.

23/01/2008 9.30

DI CARLO (RIF. LIB.): «INAUGURATE LE MULTE ELETTORALI»

«Desta qualche sospetto l'iniziativa della Polizia Municipale che in questi giorni ha elevato ben 29 multe, ad altrettante emittenti radiotelevisive per lo sforamento dei limiti di legge relativi all'inquinamento elettromagnetico».
Lo ha dichiarato Alessio Di Carlo dei Riformatori Liberali il quale ha precisato che «solo oggi sembra che ci si accorga di un problema che da anni denunciano non solo i residenti di San Silvestro ma anche tutti quelli che hanno a cuore il rispetto del principio di legalità».
«Le misurazioni dell'Arta – ha spiegato Di Carlo – da anni segnalano il superamento spropositato di quegli stessi limiti che solo oggi, guarda caso a 4 mesi dalle elezioni, sembrano aver agitato le notti dei nostri amministratori locali».
«La Giunta D'Alfonso – ha concluso il leader dei Riformatori Liberali – inaugura così l'inedita figura della "multa elettorale" nella speranza di carpire ancora una volta la fiducia dei cittadini di San Silvestro che da anni chiedono la soluzione del problema e che solo in prossimità del voto vengono degnati di qualche attenzione».

25/01/2008 10.56