Ponte del Mare: arriva la firma del contratto d'appalto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1182

Ponte del Mare: arriva la firma del contratto d'appalto
PESCARA. Il contratto di appalto per la realizzazione del Ponte del Mare sarà firmato oggi lunedì 21 gennaio alle 12,30 in presenza del sindaco, Luciano D'Alfonso, con i rappresentanti dell'Associazione Temporanea d'Imprese MosPeCa formata dalle ditte De Cesaris (che ha già l'appalto per la manutenzione dei cimiteri) e Solisonda entrambi di Francavilla al Mare, capofila Mospeca di Pordenone. LA VIGNETTA DI GIO
Il momento topico è arrivato e questa mattina ci sarà l'evento tanto atteso da parte dell'amministrazione comunale.
La firma, infatti, sarà l'ultimo atto burocratico, dopodichè potranno partire ufficialmente i lavori (che dovrebbero concludersi ad ottobre 2008).
Si tratta della costruzione del ponte ciclo pedonale (vietato alle automobili, quindi) sul fiume Pescara di collegamento fra le due Riviere Nord e Sud, che si articola con un tracciato curvilineo che unisce le due riviere all'altezza della rotonda della Madonnina, a nord, e in corrispondenza del Lungomare Papa Giovanni XXIII a sud.
Le rampe di estremità procedono con una sede unica, dedicata all'uso ciclopedonale, di larghezza variabile da 5.95 m a 7.42 m mentre il tratto centrale di scavalcamento del fiume avviene con due impalcati separati di larghezza m. 4.20 per la sede ciclabile (tratto in rosa nella planimetria generale Tav. 03) e m. 3.20 per la sede pedonale (tratto in azzurro).
Pertanto la lunghezza complessiva del manufatto è diversa a seconda dei percorsi ciclabile o pedonale: tracciato ciclabile di 440,72 , tracciato pedonale di 465,60 m, superficie complessiva degli
impalcati: 3.108 mq.
In questi mesi sono stati non pochi i problemi che hanno ruotato intorno al progetto, caldeggiato dalla maggioranza e non gradito dalla minoranza.
Per la realizzazione del progetto si era pensato ad un affidamento diretto ma poi, dopo le denunce dell'opposizione, il Comune ha pensato di fare marcia indietro e optare per la gara pubblica.
Il progetto del ponte è stato invece realizzato dall'architetto Pichler, che avrebbe poi ceduto gratuitamente (come ha assicurato più volte il Comune) il suo lavoro.
Ma nel bando di gara compare comunque la voce di circa 120 mila euro da destinarsi alla progettazione. Se ne presume che se tale cifra è destinata alla progettazione “esecutiva”, lo studio del noto architetto era solo “di massima”.

21/01/2008 9.22