Fossacesia multietnica. Cresce il numero di immigrati

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

734

FOSSACESIA. Sono oltre cento le persone provenienti dall’estero che hanno acquisito la residenza a Fossacesia nel 2007, portando a quota 251 i cittadini stranieri che vivono e lavorano nella cittadina frentana.
A partire da lunedì 21 gennaio 2008 sarà riattivato, presso la sede dell'ex Genio Civile in piazza Alessandro Fantini, l'apposito servizio di informazione e accoglienza.
Lo Sportello per gli Immigrati sarà aperto tutti i lunedì dalle ore 11.00 alle ore 13.00 ed il venerdì dalle ore 17.00 alle ore 19.00. I cittadini stranieri residenti sul territorio comunale riceveranno a breve una comunicazione, tradotta nella loro lingua di origine, nella quale sono descritti tutti i servizi di cui potranno usufruire rivolgendosi allo Sportello.
L'iniziativa, avviata nel 2004, ha visto nel corso di questi anni una notevole crescita dell'utenza ed in particolare dei nuovi residenti, che si rivolgono allo Sportello Immigrati sia per risolvere qualche emergenza che per avere un'adeguata consulenza sulle varie questioni burocratiche, come i permessi di soggiorno e i ricongiungimenti familiari.
Lo Sportello offre infatti informazioni sui servizi disponibili sul territorio e assistenza per orientarsi sulle questioni normative e nei rapporti con la Questura, con il Centro per l'impiego e la Prefettura, nonché con le Ambasciate e i Ministeri competenti, le aziende private, le associazioni sindacali di categoria, la scuola.
Grazie a questa iniziativa gli uffici comunali di Fossacesia entreranno a far parte della rete di assistenza nazionale al cittadino straniero, attraverso la quale sarà possibile compilare elettronicamente le domande relative al rilascio ed il rinnovo dei permessi di soggiorno.
«I cittadini stranieri che risiedono nel nostro Comune avranno così a disposizione un servizio di supporto, qualificato e gratuito, per istruire correttamente e celermente le pratiche – ha spiegato il sindaco Enrico Di Giuseppantonio – Sarà un passo concreto verso l'abbattimento delle barriere sociali e culturali che rallentano l'integrazione degli immigrati nel tessuto collettivo nazionale».
19/01/2008 12.13