Arrestato presunto piromane, è un dipendente del Comune di San Salvo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1156

VASTO. Ha un nome il presunto piromane di San Salvo (Chieti), arrestato dai carabinieri della compagnia di Vasto (Chieti). Si tratta di Paolo Mangiacavallo, 38 anni, pluripregiudicato, dipendente del comune di San Salvo.
L'uomo, accusato di danneggiamento a seguito di incendio e tentata estorsione, è stato arrestato ieri pomeriggio presso il capannone di San Salvo del Civeta, il consorzio intercomunale per lo smaltimento dei rifiuti.
Richiesto e ottenuto dal pubblico ministero, Anna Rita Mantini, l'ordine di custodia cautelare è stato eseguito dai carabinieri del nucleo operativo e dai colleghi della stazione di San Salvo.
La notizia è stata resa nota stamani in una conferenza stampa dal comandante la compagnia dei carabinieri di Vasto, Giuseppe Loschiavo.
A Mangiacavallo, in passato nei guai per reati di droga e contro il patrimonio, il magistrato contesta tre episodi, tutti dello scorso mese di dicembre: gli attentati incendiari alle vetture di due donne di San Salvo, una Mini 'Cooper' e una Daewoo e la tentata estorsione in danno di un operaio di 30 anni, T.A., al quale avrebbe chiesto, con le minacce, 300 euro.
I carabinieri, che hanno acquisito filmati di telecamere a circuito chiuso e altri indizi, ritengono che l'uomo, ora in carcere a Vasto, possa essere il responsabile di un'altra decina di episodi analoghi verificatisi nel corso degli ultimi due anni a San Salvo e che tanto allarme sociale avevano suscitato.

16/01/2008 15.29