Via libera bilancio 2008 della Provincia dell’Aquila:«meno tasse e precariato»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1240

L’AQUILA. Seduta lampo del Consiglio provinciale, che ha approvato il bilancio annuale di previsione per l’esercizio finanziario del 2008. Il documento è passato con 15 voti favorevoli e 6 astensioni. Lo strumento finanziario, in pareggio tra entrate e uscite, ammonta complessivamente a 73.141.147,00 euro. IL CONSUNTIVO DELLA PROVINCIA DI TERAMO
Tra le voci più consistenti, illustrate dall'assessore al bilancio Oreste Cambise, figurano gli investimenti per la viabilità (10.065.000 euro), per l'edilizia scolastica (11.384.171 euro), per la manutenzione degli edifici (6.057.880 euro), per la riqualificazione di fiumi e parchi fluviali (884.203 euro).
Alle politiche del lavoro saranno destinati 8,5 milioni di euro, mentre 2,3 milioni di euro sono previsti per il rinnovo contrattuale dei dipendenti, per il biennio 2006/2007, in pagamento nel 2008.
Circa tre milioni, da investire nel prossimo triennio 2008/2010, serviranno al piano di stabilizzazione dei precari.
9.652.000 euro saranno investiti nel sistema scolastico e formativo. Cultura e turismo assorbiranno circa 2 milioni 300mila euro, mentre al sociale saranno destinati 1,7 milioni di euro.
Genio e protezione civile potranno contare su 1,2 milioni di euro, mentre alle attività produttive saranno assegnati 1,3 milioni di euro
All'ambiente andranno 3,7 milioni di euro, a cui se ne aggiungeranno altrettanti per l'installazione di pannelli fotovoltaici negli edifici scolastici della provincia.
«Nonostante i tagli e le scarse risorse- ha commentato la Presidente Pezzopane- abbiamo compiuto delle scelte di campo decisive. Non ci saranno aumenti di tasse. Saranno consistenti invece gli investimenti per il lavoro le stabilizzazioni dei precari. Nessun taglio al sociale e alla cultura, che, al contrario vedranno aumentare le risorse.
Siamo un ente virtuoso, che risparmia. Dalla rinegoziazione dei mutui, ad esempio, recupereremo circa 500mila euro che verranno investiti nell'edilizia scolastica e grazie all'informatizzazione di molti servizi dell'Amministrazione, abbiamo eliminato il costo per documenti cartacei».
«Anche quest'anno, come quelli precedenti- ha commentato l'assessore Cambise - il bilancio viene approvato nei termini di legge e questo ci consentirà di investire realmente tutte le risorse a disposizione. Il bilancio che abbiamo approvato testimonia un notevole sforzo amministrativo e programmatico. Siamo riusciti a comporre uno strumento finanziario che rappresenta un unicum con il programma di governo».
Nella seduta odierna il Consiglio ha dato, inoltre, il via libera alla disciplina per l'utilizzo del cane da seguita e alla modifica di alcune norme statutarie per il Consorzio per il polo universitario di Sulmona e del Centro Abruzzo.

27/12/2007 14.38

[pagebreak]

IL CONSUNTIVO DELLA PROVINCIA DI TERAMO

TERAMO. 96 milioni di investimenti con la ripresa delle grandi opere pubbliche; la creazione del Distretto agroalimentare di qualità; il finanziamento del progetto Borghi; il piano strategico per la vallata del Tordino; la ristrutturazione del servizio di trasporto pubblico.
«Il 2008 segnerà un passaggio significativo dell'attuale legislatura», lo ha detto stamane il presidente della Provincia di Teramo, Ernino D'Agostino.
Domani il Consiglio Provinciale sarà chiamato ad esprimersi sullo studio di fattibilità - una sorta di PRG del patrimonio storico-urbanistico-naturale – sui borghi teramani. Sarà lo strumento che consentirà il finanziamento, da parte della Regione, delle attività di recupero a fini turistici, dei borghi più belli.
Un rilancio delle aree interne e montane per il quale è stata creata una apposita società, la Borghi Scarl, braccio operativo dell'operazione.
Lo studio ha individuato 132 borghi di 23 comuni; di questi 6 ricadono in comuni che non sono montani ma collinari (S. Egidio, Bellante, Mosciano, Castellalto, Bisenti e Cermignano). I borghi sono stati rilevati in maniera dettagliata (stato di abbandono, volume esistente, superficie esistente, stato di degrado, tipo di degrado, altezze, proprietà).
Il progetto sarà finanziato con fondi pubblici (Piano Sviluppo Rurale della Regione), destinati alle infrastrutture ed ai servizi, e con l'intervento dei privati per la parte riguardante il recupero degli immobili e la gestione dei servizi turistici.

DISTRETTO AGROALIMENTARE

E' stato invece approvato nei giorni scorsi dal Consiglio provinciale anche lo studio di fattibilità per la costituzione del Distretto agroalimentare di qualità che adesso sarà presentato alla Regione che dovrà istituirlo e finanziarlo. Il distretto, di cui fanno parte 21 Comuni, vuole creare un "sistema produttivo locale " attorno alle imprese agroindustriali, agroalimentari, agricole, ittiche, agrituristiche.

Un milione di euro saranno destinati a progetti di formazione continua per imprenditori e manager di PMI con sede nella provincia di Teramo.
Nel 2008 si andrà all'approvazione del Piano d'area della vallata del Tordino e arriverà la creazione del nuovo sistema di trasporto pubblico locale. Per la prima volta, Regione e Province, in maniera coordinata, hanno previsto una completa ristruttutazione del servizio con l'integrazione fra ferro e gomma e la realizzazione di nuobe infrastrutture (parcheggi, stazioni ferroviarie, nodi di scambio) con l'obiettivo di una decisiva riduzione del trasporto privato su gomma.

GLI INVESTIMENTI

Ripresa degli investimenti pubblici con un programma da 96 milioni di euro per le opere viarie. Quasi 35 milioni di euro sono destinati a due nuovi lotti della Pedemontana in direzione Ascoli; 55 milioni di euro agli interventi sulla viabilità provinciale principale (ss 150 da Roseto fino al casello autostradale; sp 259 dal casello della A/14 a Corropoli; il ponte sulla sp 262 di Campli; le pavimentazioni sulle ex statali; la riqualificazione della strada provinciale 19 da Roseto a Cologna Paese); circa 9 milioni di euro per il collegamento dell'area produttiva Atri-Pineto-Roseto; 9 milioni di euro per il nuovo ponte sul Tronto; 3 milioni ad interventi sulla viabilità ordinaria.
Infine, è di questi giorni la notizia che il Governo ha finanziato con 19 milioni di euro la sistemazione della statale 81, la Teramo – Ascoli. Titolare dell'opera è l'Anas, i lavori dovrebbero essere appaltati entro l'anno.

L'ATO UNICO

Nel 2008 sarà costituito un unico Ato per i rifiuti – organismo che sostituirà gli attuali 4 consorzi – che dovrà garantire l'attivazione di tutte le procedure per la realizzazione dei nuovi impianti previsti. Saranno aperti entro la fine di febbraio nei 28 Comuni delle Comunità Montane teramane gli Sportelli per l'Impiego, che consentiranno ai residenti delle aree interne di accedere senza spostamenti e disagi ai servizi dei Centri per l'Impiego.
Nascerà a Montorio un Centro diurno socio-psico-educativo per la presa in carico di persone diversamente abili.
A primavera partirà il Piano di contenimento dei cinghiali; per la prima volta sarà possibile abbattere gli ungulati, con l'ausilio dei telecontrollori formati dalla Provincia, su tutto il territorio.

27/12/2007 15.35