Palpeggiamenti continui sull’autobus verso una 15enne, uomo di 50anni arrestato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4134

PESCARA. Una madre che si accorge della improvvisa chiusura della figlia e della sua voglia di rimanere sola in casa. Un comportamento non normale per quella 15enne che solo dopo molto è riuscire a confessare la sua vergogna e la sua paura.
Così la ragazza ha raccontato al genitore quello che le accadeva da mesi. Pochi istanti dopo è stata stilata la denuncia presso i carabinieri di Pescara Colli.
La donna ha così raccontato che la figlia aveva subito attenzioni sessuali da parte di un uomo cinquantenne nel tragitto fatto sull'autobus di linea per andare o tornare da scuola.
Il rito ormai sembrava consolidato: approfittando della calca, l'uomo le si posizionava dietro e le toccava insistentemente il fondoschiena.
La minore ha raccontato ai Carabinieri che dal mese di marzo-aprile fino alla fine dell'anno scolastico e dall'inizio di questo nuovo anno scolastico, nel prendere l'autobus per andare a scuola oppure per tornare da scuola a casa, ha incontrato sempre lo stesso uomo che le si posizionava dietro, approfittando della folla presente in quegli orari che le impediva di muoversi e la toccava insistentemente.
La ragazza ha raccontato di aver più volte lanciato sguardi minacciosi che l'uomo è sembrato non comprendere.
I palpeggiamenti finivano solo quando la ragazza decideva di scendere dell'autobus.
Una pena che sembrerebbe anche altre ragazze abbiano sopportato, qualcuna urlava e reagiva in maniera veemente altre, invece, per vergogna cercavano di divincolarsi in silenzio o evitare “l'agguato”.
A seguito di tali racconti chiari e circostanziati, i Carabinieri hanno svolto indagini approfondite e servi in abiti borghesi sull'autobus ed hanno constatato effettivamente quanto raccontato dalla ragazza.
L'uomo è stato individuato e riconosciuto dalle vittime in Luciano Prosperi, 50 anni di Pescara.
Anche in passato l'uomo aveva avuto problemi simili con la giustizia. Al momento è agli arresti domiciliari accusato di violenza sessuale.
22/12/2007 12.05