Rifiuti. Assemblea sindaci approva tariffe smaltimento: -14 euro per il 2008

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

803

LANCIANO. Per la quarta annualità consecutiva i conti economici sono positivi per il Consorzio comprensoriale smaltimento rifiuti di Lanciano. L’assemblea dei 53 sindaci ha approvato il bilancio previsionale 2007 che chiude con un attivo di 162 mila euro netti.
Un risultato giudicato «importante» tenuto conto dei circa 850 mila € che il Consorzio ha messo a disposizione dei comuni soci per evitare aumenti delle tariffe sullo smaltimento dei rifiuti.
La stessa assemblea ha approvato, con voto contrario dei sindaci di Castelfrentano e Fara S. Martino (Orsogna ha abbandonato la seduta), l'adeguamento per legge delle tariffe per lo smaltimento dei rifiuti consortili: la nuova tariffa ora in vigore è di 97.35 euro a tonnellata, ma che diventa 83.05 euro a tonnellata in ragione del contributo economico di 850 mila € deciso dal Consorzio a favore dei comuni.
I sindaci che hanno votato contro hanno basato la loro motivazione sulla necessità ed auspicio di giungere ad una maggiore premialità per i comuni ricicloni.
«Una preoccupazione condivisibile», rimarca il presidente Riccardo La Morgia, «visto che detti comuni ricicloni sono stati fortemente penalizzati dalla legge regionale sull'ecotassa. Tuttavia il Consorzio è venuto loro incontro valutando interventi finanziari a favore, proprio per compensare lo squilibrio creato dalla normativa regionale».
L'assemblea dei sindaci ha infine approvato la determinazione dell'ecoristoro, dovuto ai disagi ambientali patiti dai comuni vicinori la discarica consortile di Cerratina, ripartendo l'indennità al 90 per cento a favore del comune di Lanciano e il 10 per cento per quello di Mozzagrogna.

21/12/2007 13.55