Stop al carrello della spesa sabato 22 dicembre

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

701

ABRUZZO. Per sostenere i lavoratori della grande distribuzione Cgil – Cisl – Uil invocano un aiuto particolare: un giorno di rinuncia agli acquisti da parte dei consumatori
La Confederazione sindacale ha già proclamato modalità e tempi di uno sciopero della grande distribuzione.
I lavoratori solleveranno le braccia per due giorni, rispettivamente Venerdì 21 Dicembre 2007 e Sabato 22 Dicembre 2007.
Sabato è anche il giorno della manifestazione regionale della mega-distribuzione: il raduno di lavoratori e partecipanti all'iniziativa sindacale è in programma all'Uscita A14 di Città S. Angelo, alle ore 10.
Le ragioni alla base della protesta confederale sono molteplici, oscillano dall'inesauribile odissea del rinnovo dei contratti nazionali, scaduti ormai da 11 mesi, alla carenza di tutele per i giovani “flessibili”, o gli apprendisti.
In particolare, le sigle sindacali rivendicano il ripristino del potere d'acquisto, oggi falcidiato da una raffica di aumenti del costo della spesa delle famiglie, dei servizi gas, elettricità e telefonia.
I temi riguardano anche la Legge Regionale, che regolano gli orari e le giornate di apertura, comprese quelle domenicali.
Una legge sulla quale la Federconsumatori Abruzzo ha richiesto un tavolo di concertazione, tra istituzione regionale, parti sociali e consumatori, mai concesso.
«I risultati non ci soddisfano e, per questi motivi, aderiamo alla battaglia dei lavoratori della grande distribuzione, e chiediamo ai cittadini di sostenere i motivi della protesta con un giorno di stop del carrello della spesa nella giornata di Sabato»