Con l’aiuto dello Stato il raddoppio della Micron

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1450

AVEZZANO. «Il più grande risultato, ai fini industriali, raggiunto da questo Governo regionale». Il presidente della Giunta, Ottaviano Del Turco, di ritorno da Roma, ha definito così l'esito dell'incontro avuto appena qualche ora prima con il ministro per le Attività produttive, Pierluigi Bersani.
Accanto a loro, l'amministratore delegato della Micron, Sergio Galbiati.
«Si è finalmente raggiunto l'accordo che porterà la Micron ad investire nel territorio 3 miliardi di euro - ha spiegato il presidente Del Turco - Oltre 6 mila miliardi delle vecchie lire per una produzione industriale sostenuta da livelli di ricerca mai conosciuti in Abruzzo e che fa sì che ad Avezzano nasca un vero e proprio distretto con quanto comporta in termini di occupazione, investimenti, salari ed innovazione».
Il Piano di potenziamento proposto dalla Micron e sostenuto dalla Regione rappresenta il primo traguardo verso l'applicazione della 87.3c.
Un grande traguardo industriale, viene descritto così con la consueta enfasi che contraddistingue Del Turco sul tema, con ingenti somme di denaro pubblico che caratterizzano un vero e proprio aiuto di Stato.
Ed il presidente Del Turco ha avanzato anche alcune ipotesi temporali per l'avvio del raddoppio Micron.
Tra definizione del progetto, esame da parte del Governo e passaggio al Cipe, si pensa di rendere concreto l'intervento già prima dell'estate.
«Attualmente la Micron - sono ancora parole del Presidente - distribuisce salari per 90 milioni di euro, a parte l'indotto sul territorio marsicano quanto a ricettività. Questa nuova operazione avrà un impatto ancora maggiore, giacchè sarà possibile dialogare con interlocutori finanziari, imprese e banche, di altissimo livello, anch'essi interessati ad un ruolo primario. E' questa la linea della politica della Regione perseguita da sempre con ostinazione: Abruzzo Engineering dialoga con Finmeccanica, il progetto per il porto di Ortona ci porta a confrontarci con la Deutche bank e con gli Emirati arabi. L'Abruzzo è tornato ad avere con Roma l'autorevolezza smarrita. E siamo una delle tre Regioni europee ad aver prodotto un progetto per l'utilizzazione dei fondi».
Il presidente Del Turco ha elogiato più volte l'alto valore economico, ma anche scientifico e sociale, dei sensori d'immagine prodotti nello stabilimento Micron di Avezzano: «Per studiare l'interno del nostro corpo basterà ingoiare una micro 'pillola' che sarà in grado di radiografare tutto, ma ora questo processo richiede un costo di oltre 570 euro. Portando a regime questa produzione sarà possibile abbattere enormemente i costi e dare via ad uno screening di massa per prevenire le malattie dell'apparato digerente».

18/12/2007 14.15