Finanziati dall'Ater di Pescara 45 alloggi in Via dei Petruzii

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

789


PESCARA. L'Ater in questi giorni ha portato a termine un programma di finanziamento di 45 alloggi da locare a canone concordato, in Via Petruzii a Pescara. Tali opere rientrano nel progetto di risoluzione dell'emergenza abitativa. L'importo previsto per la realizzazione degli alloggi è di 4.500.000,00 €. Si tratta di lavori di demolizione e ricostruzione di un fabbricato. Gli appartamenti saranno edificati «secondo le più moderne tecniche e nel pieno rispetto delle normative vigenti». «Un'opera poderosa», commentano dall'azienda, «anche per l'enorme interesse sociale che assume».
Ai fini dell'eliminazione delle barriere architettoniche, poi, gli interruttori, i campanelli, le prese, i citofoni, i pulsanti di comando, ecc., saranno ubicati in posizione comoda per il diversamente abili. Per tutti gli edifici diventa obbligatorio l'uso di fonti rinnovabili (solare termico o geotermica) per la produzione di almeno il 50% dell'acqua calda sanitaria e di impianti fotovoltaici.
Nell'esecuzione dell'impianto verranno osservate oltre alle disposizioni per il contenimento dei consumi energetici, anche le vigenti prescrizioni riguardanti la sicurezza, l'igiene, l'inquinamento dell'aria, delle acque e del suolo.
Queste, dunque, sono le maggiori innovazioni che tali alloggi avranno rispetto a quelle già esistenti. Il presidente dell'Ater Giorgio De Luca non ha nascosto la sua soddisfazione. «E' un successo di squadra», ha commentato. «Un merito che va equamente condiviso con l'intero consiglio di amministrazione in cui c'è una perfetta identità di vedute. La giusta intesa ed armonia, senza inciuci e compromessi che fa solo il bene dell'azienda chiamata ad amministrare».


10/12/2007 11.12