La Gdf indaga sull'Alba d'oro di Tagliacozzo ed il tesoro di Ciancimino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2896

TAGLIACOZZO. La Guardia di Finanza dell'Aquila ieri si è recata al Comune di Tagliacozzo. I militari delle fiamme gialle hanno sequestrato faldoni inerenti il villaggio turistico "la Contea", il camping e villaggio turistico di Tagliacozzo di oltre 15 ettari di proprietà della società Alba d'Oro Srl.
Sono state portate via tutte le delibere comunali del progetto, le concessioni edilizie e le modifiche al prg per la realizzazione del mega complesso da 200 piazzole.
Ma l'indagine avviata si dirama anche in un secondo filone, portato avanti dalle Fiamme Gialle di Tagliacozzo, che dovrà accertare la situazione contabile dell'azienda.
Qualche settimana fa era stato il deputato di Rifondazione comunista Giuseppe Di Lello ad accendere i riflettori sul complesso turistico presentando una interrogazione in Parlamento.
Gli investigatori della Procura distrettuale di Palermo seguendo il così detto "tesoro di Ciancimino" (l'ex sindaco di Palermo noto alle cronache giudiziarie e finito in carcere per reati di mafia e morto nel 2002), ha ricordato il deputato Abruzzese al ministro Mastella (che deve ancora rispondere) si sarebbero imbattuti proprio nella società "Alba d'oro s.r.l."
Secondo la Procura di Palermo il ricco tesoro sarebbe finito, per opera dei figli dell'ex sindaco, investito in altri beni e soprattutto nel settore del gas, attraverso la Gas spa venduta nel 2004 ad una multinazionale spagnola per 120 milioni di euro.
Prima della cessione agli spagnoli però le quote della Gas spa erano detenute da Gianni Lapis, un professore tributarista che, per i magistrati, agiva come prestanome dei Ciancimino e per alcuni pentiti addirittura Provenzano e che era arrivato a Tagliacozzo attraverso la società palermitana che gestisce la rete del gas del comune abruzzese.
I 120 milioni della vendita della società sarebbero poi stati reinviestiti in Romania, Belgrado e anche nella "Alba d'oro srl", la società impegnata nella realizzazione della struttura ricettiva a Tagliacozzo.

Intanto questo pomeriggio, a partire dalle 17.30 presso la sala Arssa di Avezzano alle ore 18, si terrà il quarto e ultimo appuntamento della manifestazione "Cose nostre nell'Abruzzo interno", organizzato dall'associazione Libera che combatte contro tutte le mafie.
Interverranno l'onorevole Giuseppe Lumia, vice Presidente Commissione parlamentare Antimafia e Andrea Campinoti, presidente nazionale Avviso Pubblico.

06/12/2007 16.12