Una diffida per fermare il distributore di benzina

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1116

PESCARA. Ieri mattina, il presidente del Comitato Civico "Buccieri Sostenibile", Riccardo Di Sabatino, ha protocollato alla Provincia di Pescara ed all'Agroalimentare una lettera di diffida ai due enti. SBORGIA: «IO ERO PRESENTE ALLA SEDUTA»
Nella lettera Di Sabatino diffida dall'effettuare qualsiasi "Conferenza di Servizio" o "Accordo di Programma", atta a rilasciare l'autorizzazione per la costruzione di un distributore di benzina nelle vicinanze della tanto discussa bretella di collegamento tra la S.S. 602 e lo svincolo autostradale di Dragonara nel territorio cepagattese.
«Questa missiva», spiega Lorenzo Valloreja, «è la diretta conseguenza dell'ultimo atto effettuato dal sindaco Michele Cantò prima che arrivasse, giorni fa, il Commissario Prefettizio».
Infatti una decina di giorni fa il sindaco di Cepagatti partecipò ad una Conferenza di Servizi per discutere proprio dell'autorizzazione a fare installare un distributore di carburanti lungo il tracciato in discussione.
«Cantò ha annunciato palesemente il suo voto contrario a questa operazione», sostiene Valloreja, «poiché, approvandolo si sarebbe compromessa di fatto, per osmosi giuridica, ogni speranza di vedere rimodulato il tracciato che oggi, così come è stato progettato, dovrebbe passare attaccato al centro abitato di Buccieri».
Dopo questa dichiarazione del primo cittadino di Cepagatti, stranamente, il presidente dell'Agroalimentare non si è più presentato alla riunione, per cui la seduta è andata deserta e dovrà essere riconvocata nuovamente.
Alla nuova riunione però non potrà partecipare il Sindaco Michele Cantò, finchè non sarà riammesso nel proprio ruolo.
Ed è per questo che il Comitato Civico "Buccieri Sostenibile" ha inviato questa missiva cautelativa. «Non vogliamo», ha affermato Di Sabatino, «che tutti i nostri sforzi, affinché si riveda il progetto della bretella, vengano buttati in un attimo».

04/12/2007 10.14

SBORGIA: «IO ERO PRESENTE ALLA SEDUTA»

Il presidente dell'Agroalimentare Camillo Sborgia replica: «io ero presente alla seduta».
A mancare, invece, era il direttore generale dell'Arssa, ente che aveva proceduto alla convocazione e quindi demandato alla Presidenza della Conferenza stessa.
«Sembra strano», sottolinea Sborgia, «come l'ex sindaco di Cepagatti Michele Cantò abbia potuto annunciare palesemente il proprio voto contrario a questa operazione, se la conferenza di servizi per assenza del suo presidente non ha potuto nemmeno aprire i lavori».
Il presidente dell'Agroalimentare ha precisato inoltre che «i terreni su cui dovrà essere realizzato il distributore sono di proprietà esclusiva della società consortile Centro Agro Alimentare La Valle della Pescara, società di diritto privato a maggioranza di capitale pubblico, di cui l'Arssa è socio di maggioranza assoluta il 77,4%».
La realizzazione del distributore «è da sempre stata pensata come un ulteriore servizio per gli utenti ed operatori del Mercato ortofrutticolo e quindi non legata esclusivamente alla realizzazione della bretella».

05/12/2007 9.26