Il Consiglio approva ampliamento cimiteri e nuovi allacci del metano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

625

PIANELLA. Via libera del Consiglio comunale di Pianella all’ampliamento dei due cimiteri delle frazioni di Cerratina e Castellana. Lo ha deciso l’assemblea nell’odierna seduta convocata in via d’urgenza.
«Dopo l'ampliamento del camposanto di Pianella per la realizzazione di nuovi loculi e sepolcreti – ha spiegato l'assessore delegato Edesio D'Agostino – abbiamo deciso di passare agli impianti delle due frazioni. La delibera approvata oggi ci consente di procedere con l'acquisizione delle aree necessarie, ossia oltre 8mila metri quadrati complessivi, con una spesa di 73 mila 353 euro (9 euro al metro quadrato). Attualmente abbiamo già realizzato lo studio di fattibilità, dopo l'ok del Consiglio potremo affidare la progettazione preliminare, definitiva, esecutiva e quindi procedere con la gara d'appalto».
L'Assemblea ha anche approvato una deroga ai lavori affidati alla Italgas per la realizzazione di nuovi allacci alla rete del metano da parte di una decina di famiglie che si sono insediate tra via Santa Lucia e Vico Primo, in direzione via Pescara.
«Si tratta di un nuovo insediamento edilizio, fabbricati di recente realizzazione – ha illustrato il consigliere delegato Vincenzo Di Giamberardino – e il nostro provvedimento consentirà a tante famiglie di eliminare i vecchi bomboloni del gas dalle proprie abitazioni, garantendo anche maggiore sicurezza. Nei prossimi mesi proseguirà l'impegno dell'amministrazione per l'estensione della rete metanifera su gran parte del territorio cittadino».
Approvata dal Consiglio anche la delibera che permetterà a molti cittadini di recuperare le volumetrie perse negli anni passati per la cessione di superfici consistenti di terreni per la realizzazione di strade provinciali o statali.
«Tutti coloro che in passato – ha spiegato l'assessore all'urbanistica Antonio Faieta – hanno dovuto cedere alla Provincia di Pescara o all'Anas fette di terreno per consentire la costruzione di arterie stradali, ora potranno recuperare le volumetrie che, eventualmente, insistevano sui terreni ceduti. La norma avrà valore retroattivo e sarà valida anche in futuro».

24/11/2007 11.15