Attentato incendiario all’Alfagomma di Castelnuovo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

758

CASTELNUOVO (TE) Ignoti hanno tentato di appiccare il fuoco al magazzino. Confindustria Teramo denuncia il grave episodio, difende l’azienda e auspica il ripristino di un clima di serenità .



Confindustria Teramo denuncia un grave episodio verificatosi alcuni giorni fa, nella sede della Alfagomma Hydraulic SpA, a Castelnuovo.
Ignoti hanno infatti cercato, nella notte tra il 13 e il 14 novembre 2007 , di appiccare il fuoco al magazzino aziendale.
Soltanto i materiali utilizzati presso lo stabilimento, conformi alle più rigorose norme di sicurezza, hanno evitato che l'incendio divampasse in tutto il magazzino e negli altri reparti con danni irreparabili alle strutture e con gravissimo pericolo alla incolumità dei lavoratori che stavano prestando la loro normale attività.
Particolare ancora più grave, riferisce l'azienda, è il fatto che il solvente utilizzato per appiccare il fuoco è reperibile tra i prodotti presenti nel processo produttivo aziendale.
Le autorità competenti sono già al lavoro per risalire agli autori di un atto vile e codardo che ha i connotati di un vero e proprio attentato.
Quanto accaduto, come sottolinea l'azienda, «non è altro che l'ultimo di una lunga serie di recenti e gravi episodi: atti vandalici alle auto dei dipendenti; picchettaggi selvaggi con limitazione della libertà dei lavoratori a recarsi al lavoro; dichiarazioni, apparse sulla stampa, che hanno l'intento evidente di infangare la storia di Alfagomma».
Indignata per l'attentato subito, Alfagomma agirà con ogni mezzo per tutelarsi.
Confindustria Teramo, nel ritenere con l'azienda che, «coloro che stanno tentando di distruggere il lavoro di trent'anni, non fanno altro che mettere a rischio il posto di lavoro di tutti i dipendenti», auspica «il ripristino di un clima di serenità all'interno della sede di Castelnuovo».

22/11/2007 10.39