Arrivano "maxi pavesino" sulla Tiburtina e parcheggi a pagamento sulla riviera

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2255

Arrivano "maxi pavesino" sulla Tiburtina e parcheggi a pagamento sulla riviera
PESCARA. Partiranno a breve i lavori per la realizzazione di una maxi rotatoria sulla Tiburtina. Non sarà tonda, ma a forma di "pavesino". Lo ha annunciato ieri mattina l'assessore comunale ai Lavori pubblici e alla Mobilita' urbana, Armando Mancini. Ma la novità, che farà storcere qualche naso, sono i parcheggi a pagamento sulla riviera. CONFESERCENTI: «PESCARA MERITA UN'ALTRA CLASSE DIRIGENTE»
Sul lungomare Nord, dalla nave di Cascella alla rotatoria di via Paolucci nascerà una nuova pista ciclabile: i ciclisti esultano. I parcheggi non verranno smantellati, ma diventeranno a pagamento: gli automobilisti si infuriano. Durante l'estate si pagherà 1,50 euro per l'intera giornata, mentre negli altri periodi un euro l'ora.
Ma non solo. I lavori previsti per la nuova pista ciclabile, due corsie di marcia, cominceranno a giugno, quando la stagione estiva sarà appena cominciata.
I lavori per la prima rotatoria sulla Tiburtina cominceranno, invece, tra pochi giorni. «La rotatoria», ha spiegato l'assessore, «sarà un grosso snodo distributore di tutto il traffico che c'è in quella zona e ridurrà le file che si creano in via Saline in uscita dall'asse attrezzato».
Tra i vantaggi derivanti dalla rotatoria c'è, secondo i tecnici comunali che hanno studiato il progetto, l'alleggerimento del traffico su via D'Annunzio, anche in considerazione del fatto che l'8 dicembre aprirà il nuovo complesso commerciale De Cecco (con Carrefour).
La rotatoria però è solo uno dei dieci interventi appaltati dal Comune al Consorzio Emiliano Romagnolo per la messa in sicurezza delle strade della città per i quali c'è stato un finanziamento di 1 milione e 200 mila euro della Regione.
I lavori, per una durata complessiva di 450 giorni, non partiranno tutti insieme ma in successione.
Quelli per la rotatoria sulla Tiburtina saranno consegnati il 26 novembre e dureranno 90 giorni.
Al termine di questo intervento partirà il secondo cantiere, in piazza Ovidio, davanti alla caserma Di Cocco, che proseguirà per i successivi 90 giorni: lì sarà realizzata una rotatoria «che consentirà di evitare i problemi di traffico e i "conflitti" che si creano tra i vari flussi di traffico in quel punto».

RIQUALIFICAZIONE URBANISTICA: ALTRI 400.000 EURO PER LE STRADE


E' stato firmato dal sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso, il bando di gara relativo al terzo stralcio per la manutenzione straordinaria e la valorizzazione urbana di diverse strade. Il bando di gara prevede lavori per complessivi 400.528,34 euro, ed una durata di 120 giorni in: via Vespucci e via Candeloro - realizzazione dei marciapiedi, predisposizione del nuovo impianto di pubblica illuminazione, rifacimento di alcuni tratti di rete fognante e di pavimentazione stradale; via Celommi - realizzazione dei marciapiedi, installazione del nuovo impianto di pubblica illuminazione, rifacimento pavimentazione stradale e installazione nuova segnaletica; via Oberdan - rifacimento pavimentazione stradale e potenziamento di alcuni tratti di rete fognante; via Caduti del Forte - rifacimento dei marciapiedi lato nord nel tratto compreso tra piazza Duca d'Aosta e via Pesaro; via Fonzi - realizzazione rete fognante; via Antonelli - rifacimento di un tratto di pavimentazione stradale.

L'iter amministrativo per l'avvio dei lavori proseguirà con l'aggiudicazione e l'affidamento alla ditta che risulterà aggiudicataria.


22/11/2007 9.50


Visualizzazione ingrandita della mappa

CONFESERCENTI: «PESCARA MERITA UN'ALTRA CLASSE DIRIGENTE»

«Siamo sconcertati dal palesarsi dell'inadeguatezza di pezzi importanti di classe dirigente di questa città. Tutti parlano di commercio e turismo come del futuro economico dell'area urbana, ma poi verifichiamo che nella classe dirigente mancano le basi per governare questa crescita per ora rimasta solo nei programmi elettorali».
Lo afferma la direzione provinciale di Confesercenti Pescara.
«La realizzazione di un rondò sulla Tiburtina ha il sapore di un mero regalo natalizio alla grande distribuzione che è riuscita ad entrare nel cuore della città» spiega la direzione dell'organizzazione produttiva, «e spiace vedere che l'Amministrazione comunale si presti a questi regali quando in altre zone della città la situazione viaria, oltre ad essere caotica, non prevede nessun intervento migliorativo. La grande distribuzione ha fin troppa forza per fare concorrenza al centro città, e non ha bisogno di interventi della pubblica amministrazione pagati con i soldi di tutti: il rondò dovrebbe essere realizzato a spese di chi ne beneficia. Piuttosto il Comune pensi a studiare formule che facciano tornare gente nel centro città e nelle altre strade del commercio pescarese, con iniziative attrattive che rendano reale l'idea di Pescara come meta turistica».
Allo stesso tempo, rileva la direzione di Confesercenti, «è desolante constatare come anche autorevoli rappresentanti delle istituzioni si perdano in un bicchiere d'acqua quando affrontano il tema delle aperture domenicali dei negozi, dimostrando di non conoscere neppure le norme che le regolano. Probabilmente» dice Confesercenti «Pescara merita proprio un'altra classe dirigente».

22/11/2007 11.56