Rapina amara sulla piazzola: svaligiano tir di dolci

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

787

ROSETO. Si era appostato in una piazzola nei pressi della" Trattoria della Nonna", poco fuori l'uscita della A14 di Roseto e aveva preso sonno. Verso le 3 però l'autista del lungo autoarticolato è stato svegliato da alcuni rumori.


Non ha impiegato molto a capire che mentre stava dormendo almeno due balordi gli stavano svuotando il tir sotto il naso.
Infatti i due malviventi erano riusciti a scardinare la chiusura del container frigorifero nel quale erano riposti quintali di prodotti dolciari che il camionista stava trasportando.
Dopo averci pensato bene, l'uomo ha dato l'allarme con il suo cellulare allertando la polizia, poi è sceso cercando di fermare i ladri.
I due piuttosto infastiditi e scorbutici hanno tirato fuori una pistola e tenuto sotto scacco l'autista per diversi minuti, il tempo di caricare il loro mezzo per quanto avessero potuto.
Momenti di paura per l'uomo che si è visto puntare la pistola per attimi eterni.
Poi la banda si è data alla fuga imboccando l'autostrada.
Una volante della polizia di Atri è giunta sul posto pochi attimi dopo che i rapinatori si erano dileguati. Il camionista è stato soccorso mentre gli agenti si sono gettati all'inseguiomento.
Il mezzo carico di dolci rubati è stato individuato alcuni chilometri più a nord. Nonostante i ripetuti inviti a fermarsi tuttavia il furgone ha continuato a proseguire. E' stato poi costretto ad imboccare l'uscita di Giulianova dove in trappola i rapinatori hanno tentato di speronare più volte la volante che gli bloccava la fuga.
L'autista ha tentato l'ultima carta con una retromarcia repentina finita male con qualche ammaccatura mentre il suo complice ha aperto lo sportello e si è gettato per terra fuggendo nella sterpaglia buia.
Solo uno dei due ladri di dolci è stato fermato ed arrestato.
Si tratta di Atonio Lovergine, 37 anni di Andria (Bari), disoccupato, portato nel carcere di Teramo con l'accusa di rapina in concorso e danneggiamento.
Il furgone con la refurtiva è risultato rubato e con la matrice del telaio abrasa. La pistola invece si è rivelata essere un giocattolo.
21/11/2007 10.24