Eletto il nuovo CdA di Ambiente spa. Ridotti i compensi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

886

PESCARA. Massimo Sfamurri è il nuovo presidente di Ambiente Spa, nel direttivo anche Di Girolamo e Vernamonte.
E' stato rinnovato il Consiglio d'Amministrazione di Ambiente S.p.A., azienda leader che progetta servizi all'avanguardia per la tutela ambientale e già Consorzio Comprensoriale per lo smaltimento dei rifiuti solidi dell'area pescarese. I sindaci, dei vari comuni soci dell'ente, hanno votato il nuovo presidente: Massimo Sfamurri.
Il nuovo presidente dell'azienda ( che oggi associa ben ventisette Comuni e ne serve oltre quaranta.) è stato già consigliere provinciale per oltre due lustri e assessore alle Politiche Sociali alla provincia di Pescara oltre ad avere ottime referenze in campo ambientale, per essere stato promotore del progetto legato al parco fluviale di Pescara.
Nel nuovo CdA, sono stati eletti anche il vice-presidente Luciano Vernamonte e il consigliere Antonio Di Girolamo.
Il nuovo CdA è stato ridotto da cinque a tre membri (compreso il presidente) secondo la nuova legge finanziaria, con un taglio ai compensi dei consiglieri, con la decisone, un anime dei sindaci, di ridurre l'indennità di oltre il 15 %.
«Sono fiero di ricoprire questo nuovo incarico- ha dichiarato il neo-presidente Sfamurri- Ambiente è una società seria ed è una delle poche con dei bilanci rosei».
Ma Sfamurri ha diverse idee in mente per il futuro: «ora, di concerto anche con i Comuni soci, attueremo una politica di contenimento delle tariffe, con la sensibilizzazione della raccolta differenziata. Inoltre, siamo pronti a confrontarci con i comuni, con tutte le imprese che si occupano dello smaltimento dei rifiuti e con le associazioni ambientaliste, per creare una sinergia di lavoro che potrà giovare alla nostra comunità»
21/11/2007 9.00