L’Aquila, è guerra agli aspiranti Schumacher

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

776

L’AQUILA. Da sabato 17 novembre i vigili urbani dell’Aquila effettueranno dei controlli capillari sulla circolazione che si svolge sull’anello di piazza d’Armi, e dunque su via Beato Cesidio, via Paolucci, via Piccinini e viale Corrado IV.

I controlli saranno eseguiti sia attraverso dei posti di blocco che con l'autovelox. Una novità in città che ricorda tanto l'esempio di Pescara, ormai blindata dai vigili.
Vietato quindi superare i limiti consentiti o, inevitabile, arriverà la multa a casa.
La maggiore presenza della polizia municipale sull'anello in questione è stata chiesta dal sindaco Massimo Cialente «allo scopo – ha osservato il primo cittadino – di venire incontro alle necessità manifestate dai residenti circa il rispetto dei limiti di velocità e, più in generale, per garantire una regolare circolazione delle auto in quelle strade.
«Il tutto», ha dovuto specificare il sindaco, «compatibilmente con le possibilità che ha il corpo di polizia municipale, cronicamente a corto di personale e impegnato a sovrintendere a numerose funzioni in un territorio molto ampio».
Adesso c'è questo compito in più che se da un lato porterà via risorse umane, dall'altro lato potrebbe garantire alle casse del Comune delle nuove entrate, sempre utili in periodo di crisi.
«L' iniziativa – ha detto ancora Cialente – rientra nel programma di razionalizzazione della mobilità nell'area di Santa Barbara, di cui fa parte anche lo studio finalizzato a verificare la possibilità di rivedere il senso unico di transito lungo l'anello di piazza d'Armi».
16/11/2007 9.16